Due tentati omicidi nel Bresciano

Un 34enne di Brescia aveva tentato di strangolare la fidanzata, che non lo aveva denunciato. Un 59enne di Coccaglio ha tentato di uccidere a martellate moglie e figlia.

Tenta di uccidere moglie e figlia nel Bresciano

Un uomo, nel Bresciano, ha tentato di uccidere a martellate la moglie e la figlia. È accaduto a Coccaglio, dove il 59enne è stato arrestato dai carabinieri.

Nel garage l’uomo aveva anche alcune taniche di benzina, che non si esclude volesse utilizzare per incendiare la casa.

La moglie, di 51 anni, e la figlia, di 21, hanno riportato ferite lievi e sono state trasportate in ospedale. A lanciare l’allarme è stato il figlio della coppia che abita al piano di sotto.

Un 34enne di Brescia è stato arrestato su ordinanza di custodia cautelare con l’accusa di tentato omicidio della sua fidanzata. Donna che non aveva denunciato la cosa ma l’aveva scritta su Facebook.

È stato un amico, letto l’episodio, a intervenire presso le forze dell’ordine. Secondo quanto spiegato si tratta di un dipendente del Comune di Nave (Brescia) che nello scorso gennaio avrebbe tentato di uccidere la donna con la quale aveva una relazione cercando di strangolarla mentre era in auto.

Dopo mesi di indagini è stato emesso il provvedimento di arresto. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.