Caso Orlandi, il Vaticano aprirà due tombe

Le due tombe, poste nel cimitero teutonico, saranno aperte l'11 luglio prossimo. Il fratello di Emanuela Orlandi ringrazia il cardinale Parolin.

emanuela orlandi tombe

L’Ufficio del Promotore di Giustizia del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano ha disposto l’apertura di due tombe presenti presso il Cimitero Teutonico: «La decisione – spiega Alessandro Gisotti, direttore della sala stampa vaticana – si inserisce nell’ambito di uno dei fascicoli aperti a seguito di una denuncia della famiglia di Emanuela Orlandi che, come noto, nei mesi scorsi ha, tra l’altro, segnalato il possibile occultamento del suo cadavere nel piccolo Cimitero ubicato all’interno del territorio dello Stato Vaticano».

Le operazioni di apertura delle due tombe si svolgeranno il prossimo 11 luglio: «Vorrei veramente ringraziare il Segretario di Stato Vaticano, il cardinale Pietro Parolin, sicuramente da parte sua c’è stato tanto coraggio nell’apertura di questa indagine e nella decisione di aprire le tombe. E anche il comandante Domenico Giani vorrei ringraziare, ho capito che c’è la volontà di fare chiarezza», ha commentato il fratello Pietro Orlandi. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.