Caos treni, a fuoco una cabina elettrica

All'origine del guasto che ha portato alla sospensione della circolazione, l'incendio di una cabina elettrica dell'Alta velocità.

incendio ritardi treni

Ritardi fino a 3 ore (e fino a quattro ore da Milano) per i treni alta velocità su tutti i grandi nodi metropolitani e con ripercussioni anche sul traffico regionale, dopo l’incendio di una cabina elettrica all’altezza della stazione di Rovezzano (Firenze), causato “da un atto doloso”. Tra le prime ipotesi anche quella della pista anarchica. Rfi sporgerà denuncia contro ignoti, fa sapere la società che gestisce la rete ferroviaria.

I ritardi dei treni «si sono estesi a tutto il sistema alta velocità, con ripercussioni probabili per tutto il pomeriggio – fa sapere Rfi – I ritardi medi sono di 180 minuti su tutto il sistema Av ed è interessato dai ritardi anche il traffico regionale nei principali nodi metropolitani. La circolazione ferroviaria è stata completamente sospesa dalle 5 alle 8 di questa mattina per accertamenti da parte dell’Autorità giudiziaria. Concluse le prime indagini ispettive, il traffico è ripreso con forti rallentamenti», spiega Rfi.

All’origine del guasto che ha portato alla sospensione della circolazione, l’incendio di una cabina elettrica dell’Alta velocità all’altezza della stazione di Rovezzano, alla periferia di Firenze, i cui tecnici sono presenti sul posto, oltre alla Polfer, alla Digos e alla polizia scientifica.

La circolazione è ora ripresa, seppur con ‘marcia a vista’, sulla linea ferroviaria dell’Alta velocità tra Firenze e Roma. Non appena la polizia scientifica e gli uomini della Digos avranno terminato tutti i rilievi, la circolazione dovrebbe tornare regolare anche se ci vorrà probabilmente un po’ di tempo per far smaltire i ritardi accumulati. (Ansa)