Avvocato ucciso, lite con la ex per l’affidamento delle figlie

La donna ha colpito l'ex e poi ha atteso l'arrivo dei carabinieri.

avvocato ucciso anzio

Ci sarebbe una lite per l’affidamento delle due figlie minorenni alla base dell’omicidio di ieri sera di un avvocato ad Anzio, ucciso a coltellate nel suo studio dalla ex compagna. È quanto ricostruito finora dagli investigatori.

I problemi per l’affidamento delle bambine sarebbero andati avanti da circa 4 anni. La donna avrebbe colpito il suo ex, anche alla gola, con un coltello di 20 centimetri prima di contattare le forze dell’ordine. Poi ha atteso i carabinieri fuori al palazzo. La 39enne è stata fermata dai militari della compagnia di Anzio e si trova ora in carcere. (Ansa)