Nell’Est Veronese un percorso formativo per i dipendenti comunali

Il corso coinvolge i comuni di Zimella, Veronella e Cologna Veneta e si articola in cinque incontri con l’obiettivo di sviluppare competenze trasversali attraverso la didattica esperienziale.

Comuni-chiamo primo incontro
New call-to-action

Il 4 aprile è partito il progetto formativo “Comuni-chiamo” che vede protagonisti i comuni di Veronella, Zimella e Cologna Veneta. Il percorso formativo, realizzato dalla società di consulenza, formazione e coaching Nive Srl, si articola in cinque incontri che si tengono presso la sala consiliare del comune di Cologna Veneta durante i quali i dirigenti e le figure strategiche che lavorano nei tre comuni hanno l’opportunità di formarsi e confrontarsi, grazie alla modalità didattica esperienziale, su tematiche trasversali e comuni in tutti gli ambienti di lavoro. Al primo incontro hanno partecipato il sindaco di Veronella Loris Rossi, il sindaco di Cologna Veneta Manuel Scalzotto e la sindaca di Zimella Sonia Biasin. 

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il progetto “Comuni-chiamo” è frutto di studio ed esperienza che i formatori di Nive, hanno testato a seguito di un’importante attività pilota. Il percorso formativo nasce con l’intento di orientare le pubbliche amministrazioni, e in particolare le amministrazioni locali, nella creazione di nuove competenze trasversali, modalità e comportamenti capaci di sostenere il personale della PA nella guida e crescita del proprio gruppo di lavoro, oltre che del sostegno e servizio ai cittadini e agli amministratori. L’obiettivo dell’attività è formare i responsabili rispetto a competenze comunicative e relazionali per accrescere la propria professionalità ed essere ancor più efficaci nell’organizzazione e comprensione del lavoro.

Facilitare i processi comunicativi delle persone che lavorano insieme, permette infatti di migliorare l’ambiente lavorativo e creare un gruppo che collabora meglio e in modo più efficace e produttivo. Mai come in questo momento si avverte la centralità delle risorse umane e delle relazioni per essere competitivi, e questo accade anche nel settore della pubblica amministrazione che ha una struttura e una serie processi, sociali e burocratici, davvero molto complessi che necessitano di un continuo adeguamento per rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini e alle sollecitazioni della governance locale. Diventa necessario, quindi, affrontare in maniera solida e sostenibile nel tempo, la riqualificazione e il potenziamento di tutti coloro che lavorano nella PA e fungono da collante e da riferimento per i propri colleghi. 

LEGGI ANCHE: “Le Iene” a Verona per il caso Citrobacter: «L’analisi genomica ce l’hanno da diversi giorni»

Partendo dall’esperienza dell’aviazione, i partecipanti al corso apprenderanno l’importanza di essere consapevoli delle situazioni che stanno vivendo in ambito lavorativo, i segnali forti e deboli, come riconoscerli, gestirli e imparare a prevenirli. Conosceranno le “Dirty Dozen” – le 12 maggiori precondizioni dell’errore – e gli strumenti di comunicazione operativa di barriera all’errore: briefing, debriefing, check list.

Il percorso continuerà con l’apprendimento delle basi della comunicazione relazionale e gli strumenti per renderla concreta e utile nel lavoro. Conoscere temi quali leadership, self leadership, autoresponsabilità, feedback, e l’impatto che questi hanno su persone e processi, diventa fondamentale per migliorare. Inoltre, conoscere tecnicamente l’importanza della congruenza tra linguaggio, pensiero e corpo per raggiungere solidità professionale e maggiore capacità di influenza e guida, è un’abilità imprescindibile, oggi, che fa la differenza nel mondo del lavoro.

LEGGI ANCHE: Dall’Univr solidarietà alle popolazioni palestinese e israeliana