Nei mercati di Verona sequestrati 2mila cosmetici e 250 maglie

La Guardia di Finanza ha sequestrato 256 magliette contraffatte e 2mila prodotti cosmetici non sicuri nei mercati rionali di Verona. A Lazise altri 800 capi d'abbigliamento con marchi falsi.

lavoratori irregolari, guardia di finanza

Controlli della Guardia di Finanza a Verona e in provincia

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Verona, in concomitanza con il periodo estivo e con il maggior afflusso turistico nel capoluogo e sul territorio provinciale, ha intensificato i controlli per il contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale

Negli ultimi giorni le Fiamme Gialle scaligere hanno sequestrato migliaia di articoli contraffatti o insicuri per i cittadini, denunciando complessivamente sei responsabili alla competente Autorità giudiziaria e segnalando un soggetto agli organi competenti per le altre violazioni di carattere amministrativo. 

LEGGI ANCHE: Cosa fare a Verona e provincia dal 29 settembre al 2 ottobre

In particolare il Gruppo di Verona ha individuato, nei mercati rionali cittadini, due commercianti ambulanti che avevano in vendita in un caso articoli di abbigliamento recanti marchi contraffatti di note aziende e, in un altro, prodotti cosmetici privi della prevista etichettatura e, pertanto, ritenuti non sicuri per i consumatori. I finanzieri hanno quindi sottoposto a sequestro 256 t-shirt, polo e felpe e oltre 2mila prodotti cosmetici.

A Lazise i finanzieri del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Verona hanno ispezionato alcuni esercizi gestiti da soggetti stranieri, sequestrando oltre 800 capi di abbigliamento contraffatti. Gli approfondimenti hanno consentito di risalire ai canali di approvvigionamento di tale merce e di attivare immediatamente altri reparto del Corpo territorialmente competenti che hanno proceduto, a loro volta, a sequestrare migliaia di ulteriori capi

LEGGI ANCHE: Il comandante Altamura: «Borgo Roma non è il Bronx»

I finanzieri, inoltre, in esito a mirati controlli nei confronti di due rivenditori di articoli di puericultura e prima infanzia operanti in Comuni della provincia, hanno rinvenuto e sequestrato 12 lettini per bambini che, a seguito di appositi test e verifiche condotti dalla locale Camera di Commercio, sono risultati non conformi alle normative vigenti in materia di sicurezza prodotti e, pertanto, potenzialmente pericolosi per l’utilizzatore finale. 

LEGGI ANCHE: Verona, scontro auto-moto. Un morto

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv