‘ndrangheta su Fondazione Arena, sindacati pronti a costituirsi parte civile

Le segreterie confederali di CGIL, CISL e UIL di Verona, nel caso in cui le accuse di infiltrazioni mafiose fossero confermate, non esiteranno a costituirsi parte civile nei procedimenti a carico degli eventuali indagati.

fondazione arena
(Foto di archivio)

L’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Venezia che ha smascherato la truffa operata dalla ‘ndrangheta ai danni di Fondazione Arena di Verona, conferma che nel territorio veronese le infiltrazioni mafiose sono oramai una preoccupante realtà che non deve essere in alcun modo sottovalutata.

Le numerose indagini e interdittive emesse dal Prefetto di Verona negli ultimi periodi, fanno emergere con prepotenza la necessità che tutti, Istituzioni e cittadini, contrastino con forza e decisione ogni tipo di criminalità organizzata che in alcuni casi ha già infettato istituzioni locali e aziende solide e storiche del territorio.

«La notizia apparsa ieri su tutti gli organi di stampa locali, nella quale si legge di una  probabile truffa consumata all’interno del Festival Areniano, è di una gravità inaudita e rappresenta uno sfregio a tutti i cittadini veronesi e in particolar modo a tutte le/i dipendenti di Fondazione Arena di Verona che negli ultimi anni sono state costrette a sopportare enormi sacrifici per rimettere in ordine i bilanci e sanare le perdite degli anni precedenti. Il solo pensiero che nello stesso periodo alcuni loschi personaggi incassavano in maniera indebita ingenti somme di denaro rende assolutamente indispensabile fare chiarezza su tutta questa vicenda per trovare e condannare i colpevoli e recuperare il maltolto» commentano le segreterie confederali dei sindacati CGIL CISL e UIL di Verona.

«Sarà altrettanto importante che FAV faccia chiarezza sui sistemi di trasparenza e controllo, soprattutto negli appalti, perché limitarsi a focalizzare l’attenzione alle sole colpe individuali (che vanno comunque ricercate, perseguite e condannate) può impedire di fare chiarezza sulle dinamiche e sulle condizioni organizzative che consentono queste indegne operazioni».

Le segreterie territoriali confederali e di categoria CGIL, CISL, UIL e FIALS, unitamente alle RSU FAV, esprimono piena fiducia nei confronti della magistratura e se le accuse saranno confermate non esiteranno a costituirsi parte civile nei procedimenti a carico degli indagati perché l’Arena e la stessa Fondazione Arena di Verona rappresentano delle eccellenze territoriali che vanno difese con tutte le nostre forze.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM