Multe sulle corsie preferenziali a Verona, Sboarina: «Ferrari sta facendo molto male»

I consiglieri di minoranza Sboarina e Padovani attaccano le scelte della giunta Tommasi, e in particolare dell'assessore Ferrari, in materia di viabilità.

La Polizia locale di Verona avvisa gli automobilisti delle telecamere sulle corsie preferenziali
La Polizia locale di Verona avvisa gli automobilisti delle telecamere sulle corsie preferenziali

Dallo scorso 12 settembre sei corsie preferenziali sulle strade di Verona sono dotate di nuove telecamere, che hanno subito fatto cadere una pioggia di sanzioni su automobilisti e motociclisti veronesi. Le più sanzionate sono le preferenziali di Corso Cavour e stradone Maffei, nonostante l’occhio elettronico sia solo un rafforzamento dei divieti già esistenti, annunciati dalla specifica segnaletica stradale. 

I dati della Polizia locale dicono che a commettere le violazioni sono soprattutto motocicli e ciclomotori, con numerosi casi in cui l’infrazione è stata ripetuta almeno una ventina di volte. Il Comune sta ora correndo ai ripari, cercando di accorciare i tempi di notifica – per prevenire le recidive – e informando gli utenti della strada con la presenza di agenti ai varchi.

LEGGI ANCHE: I controlli della velocità a Verona dal 28 novembre al 4 dicembre 2022

«C’è voluto il salasso di 16.500 multe in due mesi per far capire al Comune cosa bisogna fare. L’assessore Tommaso Ferrari sulla viabilità si sta facendo molto male, ma quel che è peggio è che fa del male ai veronesi» commenta il consigliere comunale del gruppo Battiti Federico Sboarina.

«Fra quelli che stanno in coda per ore e quelli tartassati dalle multe, il suo nome oramai fa rabbrividire chi deve mettersi in strada. Eppure bastava poco. Bastava fare quello che stanno facendo da stamattina, e cioè mettere i vigili in anticipo ai varchi per informare la gente della novità, come abbiamo fatto noi nel 2017 in via Città di Nimes un mese prima dell’entrata in vigore».

Federico Sboarina
Federico Sboarina

«Gli agenti in ritardo sono la più bella conferma dello sbaglio. In aggiunta al danno, adesso c’è anche la beffa delle promesse come l’impegno alle notifiche più rapide. Ma intanto le contravvenzioni emesse vanno tutte pagate, visto che non si configurano come multe seriali, e sul taglio dei 40 giorni mediamente necessari c’è da vedere. Al momento solo un gran bla bla» conclude l’ex sindaco.

Sul tema interviene anche Marco Padovani, deputato e capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale: «Questo è lo standard della Giunta Tommasi sulla viabilità. Con le multe ai ciclomotori sulle preferenziali siamo al sesto autogol in 5 mesi: le code in Borgo Venezia per i cantieri Tav, Fiercavalli senza utilizzo del parcheggio Genovesa, divieto di transito in piazza Bra, stop agli euro 5 e le corsie preferenziali in viale del Lavoro. Tutti episodi legati dallo stesso male: fare grandi stravolgimenti senza avvertire per tempo la popolazione. Le sperimentazioni vanno bene nei laboratori, non sulla pelle di chi deve muoversi. In alcuni casi addirittura c’è stata la marcia indietro, penso alle corsie preferenziali davanti alla fiera che adesso valgono solo il fine settimana ma con la segnaletica orizzontale già disegnata in terra. Così l’ultimo fine settimana i vigili sono stati impiegati a incanalare gli automobilisti sulla preferenziale per accorciare le code».

LEGGI ANCHE: Pressana, cade nella cisterna e perde la vita

Marco Padovani
Marco Padovani

Dove sono le nuove telecamere

sei varchi elettronici, che si sono aggiunti ai sette già attivi, sono stati installati:

  • in Stradone San Fermo (corsia preferenziale direzione Largo Divisione Pasubio angolo via Tazzoli),
  • in piazza Valverde (corsia preferenziale direzione Corso Porta Nuova lato giardini Pradaval, angolo via Amatore Sciesa),
  • in Corso Cavour (corsia preferenziale direzione Corso Castelvecchio angolo Vicolo Calcina);
  • in via Muro Padri (corsia preferenziale direzione Piazza S. Toscana angolo via Carducci);
  • in viale della Fiera (corsia preferenziale direzione Via Scopoli);
  • in via XXIV Maggio (corsia preferenziale direzione Piazza V. Veneto angolo via Fratelli Ferroni). 

LEGGI ANCHE: L’ex fidanzato la rivede e la minaccia di morte: fermato dalla Polizia

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM