Monza-Virtus Verona, le parole dell’allenatore rossoblu Luigi Fresco

Fresco Virtus Verona

Sarà domani la prima sfida del 2019 per la Virtus Verona, con la 21esima giornata di campionato. Fischio d’inizio alle 16.30 per i ragazzi di Fresco, che saranno ospiti del rinnovato Monza targato Berlusconi-Galliani.

Chiuso il 2018 con la sconfitta casalinga contro la Fermana, la Virtus Verona riparte dopo venti giorni da Monza. Tanti i volti nuovi che scenderanno in campo, su entrambi i fronti.

“C’è grande curiosità attorno a questa partita” conferma l’allenatore della Virtus Verona Luigi Fresco, “il Monza è da considerare la regina del mercato, ma le ambizioni della società brianzola non sono nuove. Dal canto nostro però siamo pronti a fare una grande partita, non vogliamo passare per le vittime sacrificali del caso”.

Rispetto all’ultima partita del 2018, anche la Virtus Verona si presenterà a Monza molto rinnovata: “Abbiamo approfittato della lunga pausa per valutare a fondo l’organico con l’obiettivo di apporre quegli aggiustamenti ritenuti necessari per puntare alla salvezza. Quello di serie C, in modo particolare il girone B, si sta rivelando un campionato difficilissimo, la concorrenza è agguerrita, ma non vogliamo lasciare nulla di intentato per strada. I nuovi innesti portano soprattutto quell’esperienza della categoria che ci è mancata più volte nel girone di andata. Speriamo di aver colmato il gap con le dirette concorrenti alla salvezza almeno sotto questo punto di vista. Poi è chiaro che dovremo metterci del nostro per salvarci, dovremo dare tutti qualcosa in più”.

Il calendario non aiuta la Virtus Verona in questo primo scorcio del girone di ritorno: “Purtroppo lo sapevamo già. Abbiamo pagato lo scotto iniziale della categoria anche per via di un calendario inclemente che nelle prime cinque, sei giornate ci vede opposti alle prime della classe. Dopo il Monza avremo martedì il Pordenone e poi Sudtirol, Triestina e Ternana. Pensiamo però ad una partita alla volta, senza fasciarci la testa prima di romperla”.

Chiusura dedicata al capitolo formazione: “Dovremo ovviare all’assenza di N’Ze, squalificato. I nuovi sono tutti a disposizione, vedremo chi giocherà dall’inizio. Per amalgamarci al meglio serve ancora un po’ di tempo”.