Monte Baldo, 41enne di Verona soccorsa dall’elicottero

Una donna di 41 anni è stata recuperata dall’elicottero di Verona Emergenza per aver riportato un sospetto trauma all'omero dopo essere inciampata.

elicottero 118 verona
Foto d'archivio.

Attorno a mezzogiorno di oggi, domenica 9 luglio, la Centrale del Suem è stata attivata per un’escursionista infortunatasi lungo il sentiero 658 che segue la cresta del Monte Baldo, nel territorio comunale di Brenzone.

Sul posto è stato inviato l’elicottero di Verona emergenza, che ha sbarcato in hovering nelle vicinanze il tecnico di elisoccorso. Raggiunta dal soccorritore, la 41enne di Verona, che si trovava con gli amici e aveva riportato un sospetto trauma all’omero dopo essere inciampata, è stata caricata a bordo e trasportata all’ospedale di Peschiera.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

Aggiornamento: altro intervento

Ancora un intervento lungo il sentiero 658 sul Monte Baldo. Mentre con la compagna stava percorrendo la variante per esperti verso il Rifugio Telegrafo, una pietra smossa ha colpito un escursionista alla mano e poi al piede causandogli la sospetta frattura di alcune dita.

Il 30enne di Mantova è riuscito da solo a spostarsi in un punto largo, raggiunto poi anche dal gestore del Rifugio, membro del Soccorso alpino di Verona. Sceso in hovering dall’elicottero di Verona emergenza, il tecnico di elisoccorso ha accompagnato l’infortunato in un punto più agevole per poi imbarcarlo. L’eliambulanza è volata all’ospedale di Peschiera.