Molina piange il professor Antonio Sartori

L'uomo di 77 anni deceduto in seguito ai traumi riportati nella caduta in Valsorda di domenica scorsa è stato tra i promotori del Parco delle Cascate e socio fondatore della pro loco locale.

Antonio Sartori

E’ grande il cordoglio nella piccola comunità di Molina, in Lessinia, per la scomparsa di un illustre concittadino. L’uomo caduto e feritosi gravemente domenica pomeriggio mentre camminava in Valsorda con la figlia e la nipote di quattro anni, deceduto poche ore dopo in ospedale, è il professor Antonio Sartori.

Appassionato cultore e divulgatore della storia e delle tradizioni del paese in cui era nato, Sartori è stato anche presidente del primo comitato promotore del Parco delle Cascate nei primi anni Settanta e socio fondatore della Pro loco locale.

Ha scritto numerose pubblicazioni che hanno permesso alla Pro loco di distinguersi e di farsi conoscere e apprezzare nel corso degli anni: “Guida a Molina”, “il Parco delle cascate” e assieme alla maestra Teresa Zantedeschi “Le tradizioni perdute” e con il quaderno di racconti di Rosetta Sartori “Antichi Racconti di Molina”.

In collaborazione con il Comune di Fumane e alla Pro Loco di Breonio partecipò alla stesura dei due volumi dal titolo “Fumane e le sue Comunità”, pubblicazioni riconosciute e premiate al concorso “Francesco Dattini”, promosso dalla Regione Umbra.

La Pro loco di Molina Si unisce al cordoglio delle figlie per la prematura scomparsa del prof. Antonio Sartori….

Geplaatst door Pro loco Molina di Fumane op Woensdag 23 september 2020