Moda, Donazzan e Marcato: «Comparto strategico, servono aiuti concreti»

Si è tenuto nel pomeriggio di ieri in videoconferenza l’incontro del Tavolo veneto della moda alla presenza degli assessori regionali al Lavoro Elena Donazzan e allo Sviluppo economico Roberto Marcato e delle associazioni di categoria.

tavolo moda

Il Tavolo della moda è composto dalle associazioni datoriali del settore moda, ovvero da Confartigianato, CNA, Confindustria, Confcommercio e Confesercenti, e rappresenta un unicum nel panorama italiano. 

Il tavolo ha fatto pervenire all’attenzione della Regione del Veneto un documento in cui sottolinea come il periodo che stiamo vivendo rischia di sfociare in una crisi senza precedenti per il sistema-moda, auspicando una forte collaborazione a livello istituzionale per restituire nuovo slancio a questo pilastro dell’economia veneta e forza del Made in Italy nel mondo. Il documento definisce quattro temi su cui lavorare nel breve e nel medio termine, auspicando fin da subito la condivisione anche delle parti sindacali: dalle misure per resistere alle misure per sostenere, dalla legalità al futuro.

«Sono sempre più le crisi del sistema della moda che stiamo trattando con i tavoli dell’Unita di crisi aziendali della Regione del Veneto. Una drammaticità che cresce di giorno in giorno, che avevamo purtroppo previsto fin dal primo lockdown, e che ora ci preoccupa per la portata delle aziende in difficoltà e per il numero di lavoratori che rappresentano qualificate professionalità ad esso collegate – afferma l’assessore Donazzan – ho già avuto modo di esprimere apprezzamento al Tavolo veneto della moda perché capace di fare sintesi delle istanze del mondo dell’industria, dell’artigianato e del commercio parlando con un’unica voce. Solo rafforzando la filiera produttiva e del commercio, difendendo il patrimonio del capitale umano ed identificando strumenti finanziari dedicati a questo settore riusciremo a traghettare il maggior numero di imprese oltre la crisi e a difendere le competenze che hanno reso forte la moda veneta in Italia e nel mondo». 

«Il comparto della moda in Veneto è tra i settori che hanno sofferto fin da subito più di altri e che continua a soffrire – dice Marcato – O si interviene in modo forte e strutturale oppure il rischio è di perdere uno degli assi strategici della nostra economia e il saper fare che ha fatto grande l’Italia nel mondo».

Gli assessori Donazzan e Marcato si sono impegnati all’interno delle Commissioni della Conferenza delle Regioni a rappresentare l’esigenza di strumenti finanziari e normativi dedicati alla filiera della moda italiana che dovrebbe essere considerata senza dubbio alcuno una filiera strategica per l’Italia e pertanto meritevole di robuste politiche industriali.