Migranti, sbarcate oltre 50 persone tra Calabria e Sardegna

Sono circa 50 i migranti sbarcati tra ieri sera e stamattina nel sud della Sardegna e in Calabria. 21 algerini sono stati arrivati a Sant’Anna Arresi, nel cagliaritano, mentre 30 migranti di etnia curda e irachena sono arrivati nello Jonio Cosentino. Alcuni di loro sono fuggiti appena dopo aver toccato terra.

Un gruppo di trenta migranti è giunto a bordo di una barca a vela arenatasi nelle acque antistanti la spiaggia di Calopezzati, nello Jonio cosentino. Secondo le prime informazioni, tra le persone sbarcate, tutti di etnia curda e irachena, ci sarebbero anche donne e minori.

Sul posto stanno operando la Polizia di Stato, i carabinieri, la Guardia di finanza e i sanitari del servizio 118. I migranti individuati sarebbero una parte dell’equipaggio del natante. Si ritiene, infatti, che molti dei profughi che erano a bordo dell’imbarcazione si siano dati alla fuga appena dopo avere toccato terra. Tutti gli operatori delle forze dell’ordine stanno operando per rintracciare i fuggiaschi.

I migranti, tra cui anche bambini, dopo essere stati soccorsi sono stati trasferiti adesso a Corigliano Rossano per lo svolgimento delle operazioni di identificazione e per la prima assistenza. In corso anche le procedure per individuare gli scafisti al timone della barca a vela.

Tra ieri sera e questa mattina, invece, sono arrivati nelle coste del sud ovest della Sardegna 21 algerini. Il primo sbarco è avvenuto lungo la spiaggia di Porto Pino nel territorio di Sant’Anna Arresi. I carabinieri hanno individuato 16 migranti che si stavano allontanando dalla zona. Il gruppo, dopo le visite mediche e le operazioni di identificazione è stato trasferito nel centro di accoglienza di Monastir, a pochi chilometri da Cagliari. Questa mattina, invece, una motovedetta dei carabinieri ha intercettato un barchino con a bordo altri cinque algerini nell’area di Sant’Antioco. I migranti sono stati accompagnati in porto e poi trasferiti nel centro d’accoglienza. (Ansa)