Migranti, dalla Sea Watch a Lampedusa

Migranti sea watch lampedusa

I migranti a bordo della Sea Watch sono sbarcati nella serata di ieri a piccoli gruppi su gommoni della capitaneria di porto.

La Guardia di Finanza ha proceduto ieri in serata al sequestro della Sea Watch 3. La Sea Watch è «una nave fuorilegge»: la «magistratura faccia come crede, ma il Viminale continua e continuerà a negare lo sbarco», avevano dichiarato fonti del Viminale.

I 45 migranti rimasti sulla Sea Watch hanno poi iniziato ad arrivare sul molo del porto di Lampedusa a piccoli gruppi su gommoni della capitaneria di porto. Le prime persone, fatte salire sui natanti con giubbotto salvagente, dopo la procedura di routine saranno portate al centro di accoglienza dell’isola. Due migranti, un disabile e una donna incinta, erano già stati portati sull’isola perché bisognosi di cure. (Ansa)

La reazione del ministro Salvini: «Io sono il ministro delle regole e dei porti chiusi. Se qualche ministro dei 5 stelle ha autorizzato lo sbarco ne risponderà davanti agli italiani. Spero venga tratto in arresto il comandante della nave che ha fatto da vice-scafista. Per me i porti rimangono chiusi, se qualcuno ha dato l’ordine ne risponderà di fronte agli italiani».