Mercatone Uno, i commissari si dimettono. A breve un bando per la cessione

Presentata ieri dai commissari straordinari di Mercatone uno, al Ministero dello Sviluppo Economico l’istanza per la proroga del Programma di Cessione, un passaggio indispensabile per la pubblicazione del nuovo bando di gara per la cessione dei complessi aziendali, e per l’accesso alla cassa integrazione per i dipendenti. A comunicarlo è una nota degli stessi commissari.

L’istanza segue la decisione del Tribunale di Bologna dello scorso 6 giugno che, accogliendo un’istanza dei Commissari, ha permesso la riattivazione dell’attività d’impresa da cui si dovrebbe arrivare all’individuazione di nuovi acquirenti.

Nella nota si legge, inoltre, che i commissari straordinari hanno presentato le dimissioni per consentire a nuovi Commissari di gestire la prossima fase «nell’esclusivo interesse dell’azienda e dei suoi lavoratori, come ogni altro provvedimento assunto negli oltre quattro anni d’incarico, con la finalità di contribuire a ristabilire la necessaria serenità confermando la piena disponibilità a collaborare con i Commissari in corso di individuazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico per il necessario supporto nella fase di passaggio di consegne».

Il marchio Mercatone Uno, nato a Dozza, in provincia di Bologna 41 anni fa, in Veneto conta circa 150 dipendenti nei punti vendita di Legnago, Noventa PadovanaCarrè nel Vicentino e Occhiobello in Polesine, rilevati lo scorso anno da Shernon Holding.