Mercato di Valeggio, Confesercenti contro lo spostamento dei banchi

L’Anva, l’Associazione Nazionale dei Venditori Ambulanti della Confesercenti Verona è contraria alla modifica voluta dall’amministrazione comunale di Valeggio sul Mincio.

Paolo Bissoli Anva Confesercenti Verona
Paolo Bissoli, presidente di Anva (ambulanti di Confesercenti Verona)

L’Anva, l’Associazione Nazionale dei Venditori Ambulanti della Confesercenti Verona, è contraria alla modifica alla posizione dei banchi del mercato di Valeggio sul Mincio voluta dall’amministrazione comunale. «Così si distrugge un mercato storico, si rovinano imprese e famiglie già ampiamente danneggiate prima dalla crisi economia, poi da due mesi di lockdown per il Covid-19 e ora per scelte senza ratio da parte del Comune» sono le parole del presidente Paolo Bissoli.

«La concertazione porta sempre ad ottimi risultati, qui siamo stati presi tutti in giro, non è il modo corretto per iniziare un rapporto con le associazioni di categoria» prosegue Bissoli.

Il Comune ha inviato alle associazioni mercoledì in via informale il progetto di cambiamento radicale del mercato con gli spostamenti, chiedendo riscontro entro il venerdì, cosa che Anva-Confesercenti ha fatto dando, non solo il parere negativo, ma anche proponendo un progetto che salvaguardasse tutti o la maggior parte dei banchi al proprio posto, come già fatto nella maggior parte dei comuni della provincia veronese.

«Ma a Valeggio sul Mincio è chiaro che la manovra sia quella di non fare uno spostamento temporaneo, perché la volontà dell’amministrazione è quella di spostare definitivamente il mercato e queste solo le prove, noi non ci stiamo e faremo il possibile per lasciare il mercato così com’era prima del lockdown. Non è possibile che ogni nuova amministrazione sposti i banchi del mercato così come se niente fosse, sono attività e ci sono logiche economiche, investimenti e famiglie dietro ogni operatore» così conclude Paolo Bissoli.