Mercato dello stadio, ieri il sopralluogo del sindaco

Quattordici addetti messi a disposizione da Confcommercio e Confesercenti, otto agenti della Polizia locale e cinque sanzioni rilevate: ieri il sindaco Sboarina è andato in sopralluogo al mercato dello stadio per verificare che le norme anticontagio stabilite con le associazioni di categoria fossero state rispettate. La situazione è risultata nella norma e il sindaco si è detto soddisfatto.

Sopralluogo del sindaco Federico Sboarina ieri mattina al mercato dello stadio per controllare l’applicazione dell’accordo siglato con le associazioni di categoria. Per garantire la sicurezza di clienti e venditori sono state studiate le norme anticontagio, che prevedono le corsie davanti ai banchi per evitare gli assembramenti e la presenza di steward che, girando fra la folla, distanziano le persone e controllano i comportamenti.

Nel caso dello Stadio sono quattordici gli addetti messi a disposizione da Confcommercio e Confesercenti, oltre alla presenza di otto agenti della Polizia locale. Nella giornata di ieri sono state elevate cinque sanzioni ad altrettanti gestori che non rispettavano le disposizioni di sicurezza.

Presenti al sopralluogo il presidente della Commissione Sicurezza Roberto Simeoni e il direttore di Confesercenti Alessandro Torluccio. «La situazione al mercato allo Stadio di stamattina era nella norma – ha detto il sindaco -. Il lavoro fatto nei giorni scorsi dal settore Commercio del Comune insieme con le associazioni di categoria ha prodotto i frutti sperati. Si deve lavorare in sicurezza perché la situazione dei contagi è pesante, oggi abbiamo dimostrato che è possibile. I controlli ci sono e chi non rispetta le regole viene sanzionato, ne va della salute pubblica e di un altrettanto bene primario che è il diritto al lavoro. Questo è il momento in cui nessuno può tirarsi indietro dal principio di responsabilità personale, se tutti ci comportiamo applicando le norme, ne deriva la tutela della singola persona ma anche dell’intera comunità».