“Meno moquette e più alberi”: la fiera di Verona è sempre più green

"Meno moquette e più alberi", è questo il claim adottato da Veronafiere e inaugurato con Marmomac, tra una settimana. Da quest'edizione verrà infatti ridotto del 95% l'utilizzo della moquette, una decisione che permette di eliminare venti tonnellate di materiali che andrebbero altrimenti smaltiti a fine evento. Si è deciso inoltre di piantumare duecento alberi e arbusti nel vicino parco Santa Teresa e nell’area del Consorzio Zai.

Marmomac Meno moquette più alberi
Ennevi foto

Meno moquette e più alberi: la fiera di Verona è sempre più green

“Less carpet more trees”: meno moquette e più alberi per l’edizione 2022 di Marmomac, la rassegna leader per la filiera della pietra naturale, in programma a Verona dal 27 al 30 settembre.

Gli obiettivi dell’iniziativa

L’iniziativa, fortemente voluta da Veronafiere, che organizza la rassegna, e dal Comune di Verona, ha l’obiettivo di ridurre sempre più l’impatto delle manifestazioni sull’ambiente, migliorando, al contempo, la qualità della vita nei quartieri intorno alle strutture fieristiche. Da questa edizione, la moquette utilizzata nei percorsi espositivi all’interno dei padiglioni di Marmomac è stata ridotta del 95%. Una decisione che consente di eliminare 25mila metri quadrati di rivestimenti per la pavimentazione, pari a venti tonnellate di materiali altrimenti da smaltire alla fine dell’evento.

Piantumati anche duecento alberi e arbusti

Veronafiere, inoltre, in collaborazione con l’assessorato alla Transizione ecologica, Ambiente, Mobilità del Comune di Verona e la società Beleafing, si è impegnata a piantumare duecento alberi e arbusti nel vicino parco Santa Teresa e nell’area del Consorzio Zai. Le nuove piante rappresentano un gesto di responsabilità ambientale concreto per abbattere l’inquinamento atmosferico, grazie alla capacità di assorbire ogni anno un totale di sei tonnellate di anidride carbonica e di catturare attraverso le foglie più di 20 chili di polveri sottili.

«Per Veronafiere una delle condizioni preliminari di accesso al mercato è saper coniugare il business con i valori che ci ispirano e in cui crediamo – commenta Federico Bricolo, presidente di Veronafiere –. La sostenibilità sociale, economica e ambientale è parte integrante del nostro agire e questo si riflette nell’impegno degli ultimi dieci anni per dimezzare i consumi di gas ed elettricità e riciclare il 75% dei rifiuti prodotti durante le manifestazioni. Da questo modo di intendere il nostro ruolo di organizzatori fieristici responsabili è nata con Marmomac l’iniziativa “Less carpet more trees”: un ulteriore sviluppo di questa visione che contiamo di implementare anche nelle nostre altre rassegne in calendario».

«La transizione ecologica passa da partnership virtuose con le realtà istituzionali ed economiche della città – afferma Tommaso Ferrari, assessore all’Ambiente e Transizione ecologica del Comune di Verona –. Serve una visione sistemica e che veda tutti gli attori della città coinvolti. Credo che sia responsabilità di ciascuno lavorare con tutte le forze per rendere la città più vivibile e resiliente. Per questo credo che il progetto condiviso con Veronafiere debba essere solo l’inizio di collaborazioni virtuose tra Comune e istituzioni del
territorio per una co-responsabilità nelle politiche di sostenibilità cittadine».

Gli alberi e le piante già acquistati saranno esposti a Marmomac negli ingressi San Zeno e Cangrande e sull’Avenue E all’ingresso di The Plus Theatre”; alla chiusura della rassegna, saranno trasferiti e messi a dimora nelle aree già individuate insieme all’amministrazione comunale.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv