Mauro Spada: «Forza Italia è il Centrodestra, stiamo lavorando bene»

Mauro Spada ha iniziato la sua carriera politica negli anni Novanta con il partito del Cavaliere. Dopo una parentesi con la Lista Tosi, ora un "ritorno al futuro" di nuovo in FI, sempre a sostegno del candidato Flavio Tosi. «Forza Italia è il partito che ha fondato il Centrodestra, sono contento che in molti lo diano per sorpassato, rimarranno sorpresi».

Mauro Spada
Mauro Spada

Mauro Spada, candidato per Forza Italia, illustra ai nostri microfoni la sua idea di Verona: funzionale, pulita e polo di cultura e turismo.

Lei inizia a fare politica qualche anno fa. A metà degli anni ’90 il suo incontro con Forza Italia: un legame che non ha più lasciato. Come si è avvicinato alla politica?

Era il 1994, quando il Cavaliere fondò Forza Italia e un amico mi chiese di candidarmi in Circoscrizione 6^. Accettai con orgoglio e venni eletto per due mandati da consigliere e poi nel 2007 venni nominato presidente. Il secondo mandato da presidente, dal 2012 al 2017, l’ho poi affrontato con l’allora sindaco Flavio Tosi.

Immagino che in vent’anni sia cambiato molto il quartiere della sua Circoscrizione, quella di Borgo Venezia…  

Vent’anni in Circoscrizione sono molti e sono stati anni ricchi di soddisfazioni. Abbiamo messo in campo tante iniziative importanti, dal Centro Tommasoli alla riapertura della piscina e via dicendo. Questi interventi hanno portato una ventata di novità e freschezza nel quartiere. Negli ultimi cinque anni le circoscrizioni hanno purtroppo vissuto un leggero declino e vanno rivitalizzati.

Nel 2017 lei abbracciò la lista di Bisinella, quindi sempre Tosi, e ora si candida di nuovo con la lista Tosi. Lei l’ha definita una sorta di “Ritorno al Futuro”, corretto?

Io ho iniziato con Forza Italia, ho fatto circa quindici anni con questo partito e per altrettanti anni poi ho collaborato con Flavio Tosi. Per questo motivo sono molto contento che Forza Italia lo appoggi come candidato sindaco, perché in questi anni ho potuto apprezzare il suo modo di fare politica. È un candidato che vale la pena supportare. E tornare nella lista Forza Italia è per me un ritorno al futuro, quindi, e non un ritorno al passato.

Molti definiscono Forza Italia un partito ormai finito, mentre lei ha più volte sostenuto che sia proprio il vero centrodestra. Cosa ci può dire a riguardo?

Forza Italia è il vero centrodestra, lo ripeto. Mi fa piacere che molti la considerino finita, perché resteranno sorpresi quando vedranno il grande lavoro che stiamo svolgendo proprio in questo periodo. Stiamo lavorando bene, abbiamo candidati giovani e otterremo un buon risultato. Il programma è molto importante e siamo fiduciosi.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE E LE INTERVISTE
SULLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE A VERONA
DI GIUGNO 2022

Quali sono, secondo Lei, i punti fondamentali del vostro programma per Verona?

Negli ultimi anni Verona ha iniziato un percorso inverso rispetto a quello che ogni cittadino si aspettava. È diventata una città sporca, poco sicura, dove regna il degrado. È una città che deve tornare a essere un punto di riferimento per turismo, cultura ed economia. Bisogna ridarle linfa nuova, siamo fermi da anni e dobbiamo ripartire. Conosco bene il mio territorio: in cinque anni in 6^ Circoscrizione non è stato fatto nulla. La sicurezza e il decoro sono la priorità, insieme a rivitalizzare il turismo e la cultura.

Non molti sanno che lei ha giocato molti anni nella Virtus. Lei è un appassionato di calcio e di sport in generale?

Ho giocato diversi anni nella Virtus, dalle giovanili alla prima squadra. È una realtà molto importante per il quartiere. Lo sport è una scuola di vita per i ragazzi: si imparano le regole, la disciplina e l’importanza di allenarsi quotidianamente.

Per quanto riguarda il 12 giugno, se le venisse data la possibilità di varcare la soglia di Palazzo Barbieri, qual è l’impegno che si sente in dovere di portare in primo luogo all’attenzione dell’amministrazione?

Quello che vogliono i veronesi è una città funzionale e pulita. Con la squadra di Flavio Tosi, sono convinto che si farà un bel lavoro. La mia aspirazione è seguire i quartieri, anche alla luce della mia esperienza passata. I quartieri devono ripartire, le Circoscrizioni devono tornare ad avere un’importanza.

LEGGI ANCHE: Scontro auto-camion, morta una donna di 85 anni a Castelletto di Soave

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv