Mauro Bonato è fuori dalla Lega

La Lega ha espulso Mauro Bonato. Dopo il caos creatosi dopo la nomina di Luca Zanotto come nuovo vicesindaco di Verona, la Lega si è spaccata in due. Da una parte Bonato, che era subentrato a Vito Comencini come capogruppo comunale, e dall’altra proprio Comencini, che ha accusato Bonato di aver agito all’oscuro per prendere il suo posto. Ieri il direttivo nazionale leghista ha quindi deciso per l’espulsione del consigliere.

Mauro Bonato è fuori dai giochi. Ad aver espulso dalla Lega il nuovo capogruppo comunale, che era subentrato al deputato leghista Vito Comencini, il direttivo nazionale leghista guidato da Gian Antonio Da Re e riunitosi ieri a Noventa Padovana. A portare a questa estrema decisione, l’operazione guidata dallo stesso Bonato, che avrebbe portato i tre consiglieri Roberto Simeoni, Laura Bocchi e Thomas La Perna a firmare un documento per eleggerlo capogruppo proprio al posto di Comencini.

La vicenda è stata denunciata dallo stesso consigliere comunale, Vito Comencini, insieme a Anna Grassi e Alberto Zelger,  che hanno accusato Bonato di aver agito all’oscuro senza informare il resto del gruppo. Per i tre consiglieri firmatari del documento solo una lettera di richiamo.