Matteo Ridolfi, dopo Zaia accolto anche da Fontana alla Camera

Il 14enne di Colognola ai Colli che lo scorso 18 febbraio salvò un uomo con il massaggio cardiaco è stato premiato alla Camera dei deputati dal Presidente Fontana.

Matteo Ridolfi e Lorenzo Fontana
Matteo Ridolfi e Lorenzo Fontana

Durante l’incontro con il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il 14enne Matteo Ridolfi – il giovane di Colognola ai Colli che aveva salvato un uomo con il massaggio cardiaco – aveva detto di sperare in una chiamata dal Presidente della Repubblica Mattarella.

Intanto a Roma ci è andato, per la premiazione da parte di un altro presidente, quello della Camera dei Deputati Lorenzo Fontana.

«Una storia di coraggio e un bell’esempio per tutti i giovani italiani. Spesso sentiamo notizie di una gioventù che non si comporta sempre bene, questo invece è un esempio di larga parte della nostra gioventù, che potrà prendere un giorno le redini del Paese in maniera anche migliore di noi. Quindi, è giusto valorizzare belle storie come questa e far sentire a tutti che ci sono in giro bravi ragazzi che aiutano il prossimo» ha detto il presidente Fontana, anche lui veronese.

LEGGI E GUARDA ANCHE: Dentro al nuovo sottopasso di via Città di Nimes a Verona

Il giovane ha spiegato a Fontana quanto avvenuto lo scorso 18 febbraio, quando, «andando in bicicletta al parco per incontrare gli amici» ha sentito delle urla. «Una signora – racconta – aveva chiamato il 118 perché il marito aveva avuto un infarto ma la signora era sotto shock e non riusciva a parlare, allora ho preso in mano la situazione e ho parlato io con l’operatore che mi ha chiesto di fare il massaggio cardiaco mentre arrivava l’ambulanza».

Matteo non si è tirato indietro: «Ho detto che me la sentivo e ho fatto il massaggio per circa 15 minuti».

LEGGI ANCHE: Omicidio di Villafranca, il presunto responsabile si costituisce

Guarda le interviste

LEGGI ANCHE: Idee per l’ex Seminario di San Massimo: svelate le tre proposte vincitrici