Mattarella in visita al centro di accoglienza in Giordania

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è in Giordania per una visita ufficiale di 3 giorni. Prima tappa del viaggio del capo dello Stato è il campo profughi siriano di Al’Zatari, a circa 40 chilometri dal confine siriano.

È uno dei centri di accoglienza più grandi del mondo che raccoglie circa 80mila rifugiati siriani. Il campo profughi, gestito dall’Unhcr e dal governo giordano, viene finanziato con il contributo di diversi Paesi, in primis gli Stati Uniti e anche dall’Italia.

Allestito nel 2012, agli inizi della crisi siriana, il campo è via via cresciuto diventando oggi, dopo oltre 7 anni, una sorta di città. La Giordania è un Paese di grande accoglienza di circa 10 milioni di abitanti. Ospita attualmente 3 milioni di profughi: i palestinesi più lontani nel tempo, gli iracheni e oggi assorbe l’emergenza siriana. Uno sforzo umanitario gigantesco che, seppur aiutato dalle organizzazioni internazionali, sta oggi mettendo in difficoltà il Regno Haschenita.

«Alla Giordania va la sincera ammirazione dell’Italia per il ruolo che svolge nell’accoglienza dei profughi siriani. L’organizzazione di questo campo profughi è un’esperienza straordinaria, è davvero una città con assistenza e servizi di prim’ordine. – ha commentato il Presidente – È l’esempio di come va gestito un campo profughi». (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.