Maternità chiusa per il batterio che ha attaccato la struttura

Per una decina di giorni circa tutto lo stabile riservato alle donne in gravidanza e ai bimbi, comprese le sale parto e le varie terapie intensive, sarà chiuso per la disinfestazione dal Citrobacter che circola nell’edificio. Stando a quanto riferiscono fonti dell’Azienda Ospedaliera almeno una dozzina di neonati sono stati colpiti dal battere.

citrobacter coronavirus tamponi borgo trento veneto verona

Per debellare completamente il Citrobacter che infesta la Terapia intensiva neonatale e quella pediatrica, l’Azienda ha deciso di trasferire i bambini già ricoverati nell’ex padiglione 13. Finché la bonifica non sarà completata la struttura rimarrà chiusa e non verrà ricoverato più nessuno.

Le donne partorienti in situazione di emergenza si dovranno rivolgere all’ospedale di livello 3 più vicino. I più vicini sono Mantova, Brescia, Vicenza, Trento.