Marijuana in casa, in manette un veronese di 40 anni

Gli uomini della Guardia di Finanza di Verona hanno fermato l'uomo il 26 dicembre in Veronetta proseguendo poi con il controllo domiciliare che ha permesso di rivenire 300 grammi di stupefacente.

Fiamme Gialle della Compagnia di Verona

Stava camminando a piedi, da solo, nel quartiere di Veronetta. Il suo incedere, piuttosto nervoso, è stato però notato dai finanzieri della Compagnia di Verona, in servizio nell’ambito del piano coordinato di controllo del territorio scaligero e di verifica del rispetto delle norme per il contenimento della pandemia da COVID-19.

Sono stati proprio i Baschi verdi a fermare il quarantenne veronese, incensurato, la sera del 26 dicembre, attorno alle 22.00, e a trovargli addosso, dopo un controllo, un modesto quantitativo di sostanza stupefacente. L’atteggiamento dell’uomo ha insospettito i finanzieri che hanno successivamente eseguito una perquisizione domiciliare, rinvenendo ulteriore sostanza per un totale di poco meno di 300 grammi di marijuana, contenuta in vasetti di vetro e buste di carta e nylon.

Dopo aver avvisato la Procura della Repubblica, le Fiamme Gialle hanno proceduto al sequestro penale della sostanza stupefacente e all’arresto dell’uomo per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nei suoi confronti, l’Autorità Giudiziaria ha disposto la detenzione domiciliare, in attesa dell’udienza, con rito per direttissima, prevista per la giornata odierna di oggi.

Nel corso del 2020 la Guardia di Finanza di Verona ha arrestato 35 persone e sequestrato oltre 70 chilogrammi di droga. Prosegue dunque l’impegno della Guardia di Finanza di Verona per il contrasto di ogni traffico illecito nella convinzione che ciò contribuisca concretamente alla tutela della collettività, ancor più nell’attuale periodo di emergenza sanitaria ed economica.