Negrar, strappati manifesti di Andreoli Sindaco

L’onorevole Paolo Paternoster: «Sia a Negrar che in tutte le frazioni i nostri manifesti regolarmente strappati e gettati a terra. Qualcuno, invece di fare una corretta campagna elettorale, cerca di oscurare quanto stiamo facendo.»

Arrivano dall’onorevole Paternoster, a sostegno di Marco Andreoli per le prossime amministrative a Negrar, le accuse per i manifesti del candidato sindaco ripetutamente danneggiati.

Sia a Negrar che nelle frazioni limitrofe, infatti, i manifesti di Marco Andreoli, candidato per la Lega Salvini Premier e per il centro destra, vengono continuamente strappati e gettati a terra. «Dubitiamo fortemente che il problema sia la colla poco efficace o il vento che stacca solo e solamente i nostri» ironizza l’onorevole.

«Abbiamo il sospetto invece che sia opera di qualche bravo amministratore. Invece di fare una corretta campagna elettorale — come noi — qualcuno cerca disperatamente di metterci il bavaglio per oscurare quanto stiamo facendo.»

«Noi comunque andiamo avanti con coraggio e determinazione. Siamo consapevoli che queste gesta vili non hanno mai portato bene né a chi le organizzate né a chi le ha eseguite».

«Per quanto ci riguarda la nostra priorità rimane quella di informare i cittadini su quello che vogliamo fare a Negrar nei prossimi 5 anni. È quello che faremo fino all’ultimo giorno utile di campagna elettorale, organizzando incontri pubblici in tutte le frazioni, distribuendo volantini, parlando con la gente, scrivendo sui social e attaccando i manifesti, alla faccia di quelli che poi ce lì strappano, a cui noi dedichiamo un sorriso!»