Maltrattamento degli animali e pericolosità sociale

Della correlazione tra il maltrattamento degli animali e la violenza interpersonale si parlerà ad un convegno in Gran Guardia sabato e domenica con esperti del settore

Compiere atti di violenza sugli animali può essere, e spesso è predittivo di una propensione a fare lo stesso anche con le persone. Lo diceva già Publio Ovidio Nasone che la crudeltà sugli animali è tirocinio di crudeltà verso gli uomini; basti pensare che ad oggi il 71 % dei detenuti in Italia ha precedenti per maltrattamento di animali. Per questo, da oggi a Verona, nel giudicare un caso di violenza nei confronti degli amici a quattro zampe, si indagherà anche il profilo familiare per visionare la situazione che gravita attorno alla persona che ha maltrattato. Spesso dietro a questi episodi, ci sono infatti maltrattamenti dei genitori nei confronti dei figli, o dell’uomo nei confronti della donna.

Di questo si parlerà in un convegno sabato e domenica in Gran Guardia, sabato 9 e domenica 10 febbraio.

L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione di promozione sociale Link-Italia in collaborazione con la presidenza del Consiglio comunale di Verona.