Maltempo. Tosi: «Ancora troppi alberi sradicati»

Il consigliere comunale, capogruppo della Lista Tosi, con «spirito costruttivo» suggerisce al sindaco Sboarina, tramite AMIA, di effettuare una potatura e una manutenzione del verde con maggiore frequenza.

Flavio Tosi

Strascichi politici sul maltempo che si è abbattuto lunedì scorso sulla nostra città. Ad intervenire oggi è il consigliere Flavio Tosi che in una nota sottolinea come già da qualche anno siamo di fronte a cambiamenti climatici repentini ed epocali, con temporali ormai sempre più spesso portano con sé uragani, tempeste e trombe d’aria, e come il cambiamento climatico sia un tema politico fondamentale di cui dibattere a livello mondiale ed europeo.

Con l’occasione Tosi ricorda che, nel piccolo, qualche accorgimento anche a livello di amministrazione comunale si può prendere, quantomeno per limitare i danni. «Penso in primis a una costante e ordinata potatura delle piante, un modo per evitare o limitare la possibilità del loro sradicamento durante le tempeste, che è causa di danni materiali e mette in pericolo la popolazione».

«A Verona centinaia di alberi sono stati sradicati o danneggiati anche questa volta. – conclude il capogruppo della Lista Tosi – Si è ripetuto purtroppo quanto accaduto un anno fa nell’ancora più violento nubifragio dell’agosto 2020. Ma proprio da allora a giugno di quest’anno la dirigenza di Amia ha fatto potare più o meno 300 piante sulle circa 80 mila in carico (dato ufficiale fornito dall’azienda). Ecco, senza nessun intento polemico ma con spirito costruttivo chiediamo al Sindaco di provvedere d’ora in avanti a una costante e ordinata potatura, così da evitare che situazioni simili si ripetano ancora in futuro».

Una delle piante danneggiata dal vento al parco Raggio di Sole a Verona lo scorso lunedì.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM