Maltempo in Veneto, Zaia istituisce l’Unità di Crisi

Il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha annunciato la costituzione dell’Unità di Crisi a causa dell'ondata di maltempo che colpirà la regione almeno fino a venerdì.

Adige a Verona, 31 ottobre 2023
Adige a Verona, 31 ottobre 2023
New call-to-action

«Il Veneto, almeno fino a venerdì 3 novembre, sarà nuovamente interessato da una perturbazione; i tecnici prevedono precipitazioni diffuse e abbondanti, con temporali potenzialmente di notevole intensità. Il terreno è già stato interessato dalle piogge delle scorse giornate e i corsi d’acqua registrano livelli importanti: considerati i vari fattori e sentiti gli esperti ho firmato un decreto che istituisce l’Unità di Crisi Regionale, al cui coordinamento ho delegato l’assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin».

Lo ha reso noto ieri il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, annunciando la costituzione dell’Unità di Crisi che si riunirà nella mattinata di oggi – giovedì 2 novembre – presso la sede della Protezione Civile a Marghera. 

«Le strutture regionali di Protezione Civile e le istituzioni coinvolte sono già attivate per seguire con tempestività l’evolversi della perturbazione, speriamo solo in via prudenziale. Se necessario potranno fornire le corrette informazioni e indicazioni agli organi competenti per l’assunzione di provvedimenti da assumersi con carattere di urgenza»

«In vista dell’evento di domani (oggi, ndr) siamo operativi, seguendo con attenzione l’evolversi della perturbazione: si invita sin d’ora a non sostare, nelle fasi culminanti dell’evento, presso i corsi d’acqua o nei locali interrati. Eventuali ulteriori comunicazioni saranno diramate dall’Unità di Crisi. Stiamo sin d’ora monitorando i modelli meteo, per capire se sarà necessario mettere in campo ulteriori misure», ha aggiunto l’assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin.