Maltempo in Veneto, quasi 2 milioni raccolti dalla Regione

Ha già raggiunto quasi due milioni di euro la raccolta fondi di solidarietà fra cittadini e aziende, in maggioranza veneti, che hanno versato un contributo sul conto corrente della Regione aperto per raccogliere fondi a sostegno delle popolazioni e dei territori colpiti dall’ondata di maltempo di fine ottobre.

All’ultimo conteggio effettuato, la quota raggiunta era di 1.944.149,78 euro, grazie a 13mila e 525 versamenti, con ben 11mila e 668 donazioni fino a 100 euro.

“Il grande cuore dei Veneti – sottolinea il presidente della Regione Luca Zaia – si sta manifestando ogni giorno con una generosità commovente, rappresentata in egual misura da grandi aziende che hanno versato migliaia di euro e di gente comune, che ha donato ciò che poteva. Pochi euro o migliaia, in questo caso, hanno lo stesso grande significato, quello di un Veneto solidale e con un grande senso della comunità e dell’identità. A ognuna di queste persone – conclude il Governatore – stringo simbolicamente la mano con gratitudine, e con la garanzia personale che ogni euro donato andrà ad aiutare i territori e le persone colpite. A chi non ha ancora avuto modo di fare un versamento chiedo un piccolo sforzo. Pancia a terra e andiamo a versare, perché la battaglia per la rinascita è appena iniziata”.

Nel frattempo, si è mossa anche la Regione al suo interno. Con gli statini dei dipendenti relativi al mese di novembre, è stata data l’indicazione della possibilità di donare il corrispettivo di ore di lavoro, a scelta del dipendente, al conto corrente regionale di solidarietà.

Anche le sigle corporative degli artigiani veneti si sono attivate per una raccolta fondi rivolta agli associati Ebav, l’Ente bilaterale artigianato veneto. L’ente distribuirà contributi alle aziende e ai dipendenti che ne faranno richiesta.