Maestre in protesta sotto l’Arena contro i licenziamenti forzati

Protesta ieri del coordinamento diplomati magistrali di Verona. Le maestre che rischiano il licenziamento a fine giugno hanno manifestato davanti all’Arena di Verona nella speranza di cancellare la sentenza del Consiglio di Stato che elimina dal ruolo i docenti che entro il 2002 hanno ottenuto l’abilitazione all’insegnamento.

In tutta Italia sono circa 43.600 le maestre che rischiano il licenziamento secondo la sentenza del Consiglio di Stato che sancirebbe l’eliminazione dalla graduatoria ad esaurimento delle maestre con diploma magistrale conseguito prima del 2001-2002. E ieri una rappresentanza veronese ha protestato contro questo provvedimento presidiando l’Arena, sperando di “smuovere le acque” entro fine giugno, mese al termine del quale sono previsti i licenziamenti.

La manifestazione, organizzata dal coordinamento diplomati magistrali di Verona, fa seguito a quello delle scorse settimane in cui le maestre hanno protestato con lo sciopero della fame. La sentenza andrebbe a coinvolgere non solo gli “eterni precari” ma anche i maestri di ruolo assunti a tempo indeterminato.