Lorenzoni, presentata stamattina la lista veronese

Il programma elettorale del candidato Arturo Lorenzoni è stato presentato stamattina davanti all'Ospedale di Borgo Trento. Focus su sanità, scuola, cultura e servizi per le persone più fragili.

Questa mattina davanti all’Ospedale di Borgo Trento si è tenuta la conferenza del candidato Arturo Lorenzoni nel quale ha presentato ai cittadini i candidati e le candidate della lista provinciale per Il Veneto che vogliamo di Verona. Per l’occasione è stato presentato il programma della lista.

I candidati hanno evidenziato la necessità di rinforzare la sanità pubblica, stabilizzandone il lavoro, rilanciando i territori e le usl, collegando la salute alle politiche ambientali.

Sono state segnalate poi le problematiche legate allo stato dell’aria e dell’acqua, al consumo di un suolo sempre più cementificato e impoverito, di cui il Veneto detiene record negativi.

I 9 candidati del Vcv propongono inoltre un’attenzione maggiore alle figure di cura e ai servizi per anziani e disabili; l’istituzione di fondi e luoghi capaci di rispondere a fragilità sociali, violenze sulle donne, mancanza di politiche abitative e di sostegno economico.

A tal proposito è stata denunciata la mancanza di una politica economica che guarda al sociale e che aumenta l’acredine nei confronti delle presenze migranti e straniere presenti sui territori.

La lista Vcv si propone poi di ripartire dalla scuola, dagli spazi e dagli strumenti dedicati a essa, garantendo il diritto di accesso e combattendo l’abbandono scolastico, favorendo la formazione culturale di chi vi lavora.

Questa la lista del Veneto che Vogliamo a Verona, 5 donne e 4 uomini: Francesca Bragaja (Verona), sindacalista, femminista, impegnata a difesa dei diritti, della Terra e dei territori; Riccardo Anoardo (Fumane), consigliere comunale, imprenditore e attivista ambientalista; Jessica Cugini (Verona), giornalista del “Piccolo Missionario” e “Nigrizia” per Fondazione Nigrizia onlus; Michele Bertucco (Verona), impiegato, consigliere comunale, già presidente Legambiente Veneto e Legambiente Verona; Barbara Gelmetti (Costermano), consigliera comunale, impiegata in azienda di informatica; Vasco Carradore (San Bonifacio), già Consigliere comunale, impiegato tecnico pensionato, attivista punto di riferimento per le questioni legate alla TAV tra Verona e Vicenza; Donatella Ramorino (Legnago), insegnante, già Assessora all’Urbanistica, Mobilità, Politiche del territorio, Sociale e Salute; Carlo Piazza (San Martino BA), medico psichiatra; Laura Tarantino (Villafranca), assistente dir. commerciale e marketing.