Lite sul bus, 44enne colpito alla gola per un crocifisso

Un uomo di 44 anni di origine georgiana è stato colpito alla gola con un coltello sabato sera a Roma in zona Stazione Termini, da un malvivente di origine marocchina che ha poi tentato la fuga ma è stato fermato dalla polizia e ora deve rispondere di tentato omicidio.

L’aggressore è stato bloccato nell’ambito dei controlli disposti per il ponte pasquale nell’area di Termini, durante i quali sono state arrestate altre quattro persone e controllate 50. I due sono entrambi senza fissa dimora.

Il 44enne ha in un primo tempo detto agli agenti di essere stato ferito durante una lite scoppiata su un bus, poi ha raccontato che chi lo aveva colpito lo aveva scambiato per un italiano, apostrofandolo come “cattolico di m…”, e lo aveva preso di mira per un crocifisso che aveva al collo. I pm stanno accertando la dinamica, ma comunque hanno contestato l’aggravante dell’odio religioso. «Scrivo a tutti i prefetti e questori – annuncia il ministro Salvini – per aumentare controlli e attenzione in luoghi di aggregazione di cittadini islamici». (Ansa)