L’Italia intera diventa “zona rossa”

L'annuncio poco fa del Presidente del Consiglio che ha dichiarato di essere in procinto di firmare il decreto che estende a tutta la Penisola le restrizioni imposte fino ad oggi alla Lombardia e ad altre 14 provincie.

Il Premier Giuseppe Conte

«Tempo non ce n’è. I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva e purtroppo delle persone decedute. Le nostre abitudini vanno cambiate ora: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti». Lo ha detto poco fa il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

«Sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare con l’espressione “io resto a casa“. Ci sarà l’Italia come zona protetta – ha proseguito il Presidente del Consiglio – Non c’è ragione per cui proseguano le manifestazioni sportive, abbiamo adottato un intervento anche su questo».

Tutte le scuole e le università resteranno inoltre chiuse fino al 3 aprile.

Il decreto, ha detto Conte, sarà attivo da domani mattina (martedì 10 marzo).

LEGGI GLI AGGIORNAMENTI SUL TEMA CORONAVIRUS