L’Italia (finalmente) ha un governo

Una lunga notte quella appena passata per l’Italia e gli italiani. Dopo una lunga gestazione di quasi tre mesi ed evoluzioni degne della migliore squadra di acrobati è nato un governo, ed è politico. A sbloccare lo stallo che si era formato in questi giorni con il premier incaricato Cottarelli è stata, alle 19 di ieri, una nota congiunta di Matteo Salvini e Luigi  Di Maio, che annunciava l’avvenuta formazione del governo. Conseguente il passo indietro dell’economista e l’arrivo al Quirinale, intorno alle 22, di Giuseppe Conte con la lista dei ministri. Oggi alle 16 l’esecutivo sarà ricevuto dal Presidente Mattarella per il giuramento.

La notizia ha lasciato gli italiani spiazzati, eppure è vero: è nato il governo Conte. “In extremis”, verrebbe da dire, considerando gli sviluppi della situazione politica nel corso della settimana: il rifiuto di Conte, la richiesta di “impeachment” per Mattarella da parte di Di Maio, l’incarico a Cottarelli, gli screzi tra Lega e Movimento 5 Stelle e la richiesta di tornare al voto subito. Ma ora un governo c’è ed è, inaspettatamente, giallo-verde.

A cambiare le carte in tavola, dopo un pomeriggio passato a stretto contatto per sciogliere gli ultimi nodi politici, sono stati Matteo Salvini e Luigi Di Maio che hanno richiamato “all’attenti” anche Giuseppe Conte, il quale li ha raggiunti in treno direttamente da una lezione all’Università di Firenze. È solo intorno alle 19 che arriva l’annuncio congiunto dei due leader: “E’ stato raggiunto l’accordo per un governo politico M5s-Lega”. Immediata la risposta di Cottarelli, che se ne esce di scena affermando: “Un governo politico è di gran lunga la migliore soluzione anche per l’incertezza che deriverebbe dalle elezioni”. Tre ore più tardi è proprio il già incaricato Conte a salire al Quirinale per leggere la lista dei 18 ministri del suo nuovo governo.

Oggi, alle 16, il neonato esecutivo sarà ricevuto dal Presidente Mattarella per il giuramento. A fianco di Conte, saranno Di Maio e Salvini, entrambi vicepremier.