L’iniziativa #INVASIONI DIGITALI al Museo Nicolis

VILLAFRANCA – Sabato 3 maggio, con inizio alle ore 10:00, il Museo Nicolis di Villafranca proporrà una nuova iniziativa, mirata con cura a colpire le fasce di pubblico più giovani.

Nella nostra “società 2.0” Twitter, Facebook, Youtube, ma anche Pinterest e Linkedin fanno da padrone ed ormai incontrarsi, mostrare, scambiare, condividere, in un frenetico ed entusiasmante incrocio di parole, opinioni ed immagini è sempre più facile, sempre più alla portata di tutti, coinvolgendo un numero sempre crescente di persone.

Per questo, un Museo non convenzionale come il Nicolis non poteva sottrarsi al fascino della tecnologia e dei nuovi media, realizzando cosi un’iniziativa chiamata “#INVASIONIDIGITALI”.

Promossa da Museimpresa, l’iniziativa è destinata ad avvicinare ai Musei e agli Archivi d’impresa nuove fasce di pubblico, più giovane e mediamente meno attratto da proposte culturali definite “tradizionali”. Il Nicolis non è nuovo allo sfruttamento delle capacità relazionali dei social network, che rappresentano ormai un elemento-chiave nel processo di internazionalizzazione del Museo di Villafranca che, anche grazie al crescente utilizzo di questi nuovi strumenti, può contare già su migliaia di nuovi appassionati da tutto il mondo.

Sabato 3 maggio, il Museo Nicolis al completo, accompagnato dalle sue 7 collezioni di auto e moto d’epoca, biciclette, strumenti musicali, macchine fotografiche e da scrivere, accoglierà gratuitamente i gruppi di giovani “Invasori Digitali”, che, informati della iniziativa grazie alle quotidiane incursioni in rete, saranno invitati ad ammirare gli straordinari oggetti d’epoca esposti al Museo, con la possibilità di immortalarli con macchine fotografiche e smartphone e successivamente lanciare le foto sui social network per condividere la loro esperienza con il mondo intero.

La visita sarà sviluppata secondo percorsi storici che consentono di comprendere attraverso gli oggetti esposti l’evoluzione sociale, economica, culturale del mondo occidentale degli ultimi due secoli. Testimonianze preziose che il Museo Nicolis intende non soltanto custodire e tutelare, ma “mettere a disposizione” del pubblico internazionale, di tutte le età e provenienze.

Per informazioni: <a href="http:// www.museonicolis.com."> www.museonicolis.com</a> – telefono: 045 630 32 89 / 045 630 49 59

La Redazione