Lido, Rando: “Non c’è dialogo”. Piscine a rischio chiusura

Le piscine di viale Galliano quest’anno rischiano di rimanere chiuse. Da una parte il gestore rivendica la necessità di lavori urgenti per la riqualificazione dell’impianto, dall’altra al Comune non riceve il canone pattuito con la società dal 2015. E intanto le piscine si presentano tutt’altro che pronte all’arrivo dell’estate

Si avvicina la stagione e si allontana l’ipotesi della riapertura delle Piscine Lido di Viale Galliano. Il centro, che doveva diventare “un vero e proprio parco acquatico” nel 2015, si presenta così oggi, in stato di semi-abbandono. Qualche giorno fa la conferma dell’amministratore dello Sporting Club S.r.l., Enrico Cremonesi, che al 2015 ha in mano la gestione delle piscine: “Quest’estate non aprirò il Lido in queste condizioni”. La situazione sarebbe infatti questa, stando a quanto detto da Cremonesi: “vasche da mettere a nuovo, spogliatoi  vecchi, giardini e parcheggio da sistemare”. Negli anni scorsi la piscina era stata aperta parzialmente e avrebbe “causato più perdite economiche che guadagni”. Dal canto suo il Comune precisa che da quando la società ha vinto il bando di gara, nel 2015, il canone pattuito non è mai stato versato. Il rischio che le piscine rimangano chiuse quest’estate quindi sembra essere decisamente alto. Anche perchè di mezzo ci sono anche gli avvocati