Legalità e nuove generazioni, sabato l’evento a Castelnuovo

Si chiama “Insieme, per una legalità organizzata” l'evento organizzato dal comune di Castelnuovo del Garda e dedicato agli studenti della scuola media Montini. L'evento è patrocinato da Avviso Pubblico.

Comune di Castelnuovo del Garda
Il Comune di Castelnuovo del Garda

La consegna degli attestati di fine anno alle classi terze della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “A. Montini” di Castelnuovo del Garda diventa l’occasione per promuovere il valore della legalità fra le nuove generazioni. “Insieme, per una legalità organizzata” è infatti il titolo dell’evento organizzato dall’Amministrazione comunale – Assessorato alla Cultura e Istruzione e patrocinato da Avviso Pubblico per questo sabato 5 giugno, a partire dalle 9, al Brolo delle Melanie. Il Comune di Castelnuovo del Garda aderisce infatti ad Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni contro le mafie e la corruzione.

Il programma è piuttosto ricco: dopo il saluto della dirigente scolastica Annapia De Caprio e l’intervento del sindaco Giovanni Dal Cero, alle 9.45 il direttore della Scuola di Polizia di Peschiera del Garda Gianpaolo Trevisi presenterà il suo libro Fogli di via. Racconti di un vicequestore. Alle 10 l’intervento del coordinatore provinciale di Avviso Pubblico Daniele Zivelonghi, sindaco di Fumane. 

A seguire lo scoprimento della targa di intitolazione di una via di Castelnuovo del Garda alle “Vittime della mafia” con un minuto di silenzio e l’esecuzione dell’inno nazionale. La mattinata proseguirà con il saluto del presidente del Lions Club di Peschiera del Garda Giampaolo Fogliardi che consegnerà il premio “Poster per la Pace 2020” alla dirigente scolastica.

Dopo premiazione dei vincitori della Gara di Lettura organizzata dalla biblioteca comunale, la consegna degli attestati agli studenti.

Il rispetto delle norme di sicurezza sarà garantito dalla presenza dei rappresentanti delle sezioni locali di Aido e Fidas che presiederanno con un gazebo i due accessi al parco, sul lato della Torre Visconte e su via Pozzetto. 

«Nel corso degli incontri organizzati periodicamente da Avviso Pubblico è emerso chiaramente come le organizzazioni di stampo mafioso stiano trovando nella fase di ripresa post-lockdown un’opportunità per espandere la loro economia criminale, sfruttando le difficoltà delle attività economiche e produttive – spiega la vicesindaco e assessore alla Cultura e Istruzione Rossella Vanna Ardielli –. Ritengo particolarmente importante sensibilizzare la nostra comunità su questi temi delicati, a partire dai nostri cittadini più giovani, che rappresentano il nostro futuro».

«Un recente rapporto di Avviso Pubblico rivela che in Italia ogni 15 ore un amministratore locale subisce minacce o violenza – conclude il sindaco Giovanni Dal Cero –. È un dato allarmante che ci invita a riflettere e ad intraprendere azioni educative nei confronti delle nuove generazioni».