Lazise, il “ladro di biciclette” seriale è ora in carcere

Tra i mesi di agosto e ottobre 2021 l'uomo si era reso responsabile, a Lazise, del furto con scasso di 11 biciclette di pregio per un valore complessivo di oltre 35mila euro. Il ladro si trova ora presso la Casa Circondariale di Montorio.

Furto biciclette Lazise carabinieriFurto biciclette Lazise carabinieri
Foto d'archivio

I Carabinieri di Lazise hanno dato esecuzione a ordinanza di custodia cautelare in Carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Verona, nei confronti di un cittadino italiano pregiudicato, M.M., classe 1976 di Villafranca di Verona, poiché resosi responsabile, tra i mesi di Agosto ed Ottobre 2021 a Lazise, del furto con scasso di 11 biciclette di pregio per un valore complessivo di oltre 35mila euro, con le aggravanti di aver commesso il fatto su bene esposto alla fede pubblica, aver usato violenza sulle cose, aver cagionato alle persone offese un ingente danno economico e con la recidiva reiterata pluriaggravata.

Lazise non è nuova ai furti di biciclette: lo scorso agosto, in tre camping, erano state trafugate tre biciclette mountain bike (di cui una elettrica), tutte di ingente valore, per un danno complessivo di circa 22mila euro. Sempre nel mese di agosto erano stati fermati due minorenni (e altri due della stessa banda erano fuggiti) per il medesimo reato.

LEGGI LE ULTIME NEWS

I militari operanti sono giunti all’identificazione del reo grazie alle nitide immagini estrapolate dalle telecamere del circuito di videosorveglianza del Comune di Lazise in relazione a ciascuno degli eventi criminosi contestati che lo immortalavano, a volto scoperto, nell’atto di asportare le biciclette dalle rastrelliere dove le stesse erano state lasciate dai legittimi proprietari.

Comparando le foto di cui sopra con quella segnaletica del M.M., tratto in arresto nella flagranza del reato di furto di altra bicicletta dagli stessi militari in data 5 ottobre 2021, i militari hanno potuto appurare che si trattava della medesima persona e che agiva sempre con lo stesso “modus operandi”. In occasione dell’arresto, M.M., dopo le formalità di rito, è stato dunque processato per direttissima e successivamente tradotto presso la Casa Circondariale di Verona Montorio, dove è rimasto fino alla fine del mese di novembre scorso.

Al termine dell’attività investigativa, i Carabinieri di Lazise hanno deferito lo stesso alla Competente A.G. di Verona per tutti gli altri furti commessi. Il P.M., concordando pienamente con le risultanze rappresentate dai militari, ha richiesto e ottenuto l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Leggi anche: Verifiche green pass a Verona: 7 multe su 548 controlli

Una volta emesso il provvedimento, i Carabinieri di Lazise  si sono messi alla ricerca del “ladro di biciclette”, riuscendo a rintracciarlo nei pressi del S.E.R.T. di Villafranca, dove lo stesso era in cura, dichiarandolo  in arresto e dando così esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

M.M., dopo le formalità di rito, è stato tradotto nuovamente presso la Casa Circondariale di Verona Montorio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv