L’antivirale Paxlovid nelle farmacie veronesi, solo con ricetta medica

Un primo lotto di mille confezioni messo a disposizione dall’azienda ospedaliera universitaria di Padova. Altre 3.700 verranno distribuite alle Asl di tutto il Veneto dal Ministero della Sanità.

Elena Vecchioni, presidente di Ferderfama Verona vaccino terza dose tamponi fine quarantena farmacia
Elena Vecchioni presidente Federfarma Verona

È già disponibile anche nelle farmacie veronesi l’antivirale Paxlovid contro il Sars-Cov-2. Viene somministrato sotto rigido controllo del medico di medicina generale e previa compilazione del Piano Terapeutico del paziente. È un primo lotto di mille confezioni messo a disposizione dall’azienda ospedaliera universitaria di Padova in attesa delle 3.700 che verranno distribuite entro la settimana corrente a tutte le Asl del Veneto direttamente dal Ministero della Sanità.

LEGGI ANCHE: Damiano Tommasi, la partita perfetta

«Si tratta di una ricetta non ripetibile che segue l’iter della cosiddetta Distribuzione per Conto. Le farmacie, una volta recepita la prescrizione, si attivano tramite i magazzini della distribuzione intermedia che hanno ricevuto le confezioni direttamente dall’ospedale padovano. In media siamo in grado di consegnare il farmaco in DPC nell’arco della giornata – spiega Elena Vecchioni, presidente di Federfarma Verona -. Il Paxlovid perché sia davvero efficace deve essere assunto il prima possibile dall’insorgenza dei sintomi legati alla positività poiché quando si instaura la fase infiammatoria non è più efficace. Per questo motivo la ricetta avrà una validità di soli 5 giorni».

Gianmarco Padovani, vicepresidente Federfarma Verona
Gianmarco Padovani, vicepresidente di Federfarma Verona.

Tramite Federfarma nazionale e le altre sigle sindacali le farmacie hanno sottoscritto con il Ministero della Salute un protocollo che prevede l’erogazione di Paxlovid senza oneri a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

«Offriamo la nostra professionalità alla cittadinanza perché crediamo che solo con l’aiuto di tutti la battaglia contro il Covid-19 si potrà davvero vincere sottolinea Gianmarco Padovani, vicepresidente di Federfarma Verona –. Siamo certi che mettere a disposizione la capillare rete delle farmacie territoriali sarà determinante per i pazienti più delicati e maggior rischio di gravi complicanze. Ribadiamo che per tutelare la salute del paziente il Paxlovid deve essere rigidamente prescritto dal medico curante. Inoltre, è importante sottolineare ancora una volta l’efficacia della vaccinazione che nell’ultimo anno ha salvato migliaia di vite umane solo in Italia e che per raggiungere la preziosa immunità di gregge con tutte le dosi, booster comprese, dovrebbe essere coinvolta ancora un larga fascia della popolazione».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv