Ladro di biciclette arrestato ieri sera in piazza Bra

Un pregiudicato di origine pakistana di ventisette anni ha tentato il furto di una bicicletta ieri sera in piazza Bra. Il cittadino sarebbe stato sanzionato negli scorsi mesi per aver violato le norme anti-Covid ed è stato trovato in possesso di un permesso di soggiorno scaduto. Dichiarati sei mesi di reclusione e avvio delle pratiche di espulsione dal territorio nazionale.

Nella serata di ieri, in Piazza Bra, gli agenti delle Volanti della Questura di Verona hanno arrestato un ventisettenne pregiudicato di origine pakistana, finito in manette con l’accusa di furto aggravato di una bicicletta.

Un equipaggio delle volanti è stato avvicinato da un uomo nei pressi di San Fermo, che ha riferito di aver subìto poco prima il furto della sua bicicletta e di aver visto l’autore del reato allontanarsi verso il centro. 

Gli operatori hanno iniziato la ricerca che ha portato immediatamente all’individuazione del reo in Piazza Bra dove è stato prontamente fermato. Il proprietario della bicicletta, un quarantatreenne veronese, ha riconosciuto il proprio mezzo e il ladro.

Durante i controlli, i poliziotti hanno trovato una tenaglia nel borsello del pakistano – sottoposta a sequestro – che è costata al cittadino una denuncia per possesso di arnesi atti allo scasso

Lo stesso, gravato da diversi precedenti penali e trovato in possesso di un permesso di soggiorno scaduto, è risultato inoltre essere stato sanzionato più volte negli scorsi mesi in quanto contravventore delle ordinanze anti-Covid.

Stamattina è stata dichiarata al cittadino la pena di sei mesi di reclusione, e l’Ufficio Immigrazione della Questura ha avviato le pratiche per procedere all’espulsione dal territorio nazionale.