La Verona “in rosa” che aspetta il Giro d’Italia

Mancano poco più di due mesi e già si sente il conto alla rovescia per il 102° Giro d’Italia. Quattro le tappe venete della manifestazione sportiva presentate stamattina nel corso della mattinata inaugurale di CosmoBike Show, la fiera dedicata alle due ruote. Presenti anche tre campioni del passato, Francesco Moser, Ivan Basso e Giovanni Battaglin.

Emozioni, ricordi e lo sguardo già puntato verso l’11 maggio. Prima ancora di passare dall’Arena, il Giro d’Italia si è fermato in fiera oggi per l’inaugurazione di CosmoBike Show, il festival della bicicletta, preludio d’eccezione per la 102° edizione della gara su due ruote per eccellenza. Un evento per il quale tutta Italia si sta preparando, e in particolare il Veneto, che ospiterà ben quattro tappe della competizione: Venezia, Treviso, Feltre e Verona.

A presentare stamattina in Fiera le tappe venete, il sindaco Sboarina, l’Assessore regionale ai Lavori pubblici, Elisa De Berti, il direttore del Giro d’Italia, Mauro Vegni e tre campioni del passato: Francesco Moser, Ivan Basso e Giovanni Battaglin. Una triade d’oro che in comune ha il luogo dove è stata decretata la vittoria: proprio quell’Arena di Verona che, da ormai 13 anni, per l’occasione smette gli abiti formali e si veste di rosa per festeggiare con la città.

A dirigere il talk inaugurale, nello stand della Gazzetta dello Sport, il vicedirettore del quotidiano sportivo, Pier Bergonzi, che insieme ai presenti e al pubblico che riempiva l’area, ha rievocato grazie ai filmati, le vittorie dei tre campioni, spingendoli anche a fare un “quasi” pronostico sul vincitore di quest’anno. A spuntarla è stato Vincenzo Nibali, favorito sia secondo Basso che Battaglin. Per saperlo, non resterà altro da fare che seguire la gara…fin dentro l’Arena.