La Css sconfitta dalla Sis Roma

La Sis Roma si impone sulla Css che sabato ha ospitato la squadra capitolina per la 6^ giornata di campionato. La Css Verona perde per 8-16 e torna con i piedi per terra. Le ultime quattro gare avevano fatto sperare in qualcosa in più dalle atlete veronesi.

La Sis Roma ha dimostrato di essere decisamente più forte come dimostra il risultato finale. “Abbiamo cominciato troppo distratte e loro sono state brave a sfruttare i nostri errori“, le parole dell’attaccante della Css Elena Borg, autrice tra l’altro di una marcatura. La partenza lanciata, ultimamente una delle armi migliori della Css, stavolta fa cilecca. La Sis giganteggia in qualsiasi occasione possa infierire ed il primo parziale è scioccante per chi ancora aveva negli occhi le meraviglie di due settimane fa a Rapallo. Nei primi otto minuti Roma infila sei palloni nella porta di Nigro, di cui tre in superiorità numerica. Le padrone di casa, a segno finora solo con Carotenuto sull’1-5, ci provano ad onore del vero, sfoderando nel secondo tempo la frazione migliore del proprio match. La “solita” doppietta di Alogbo e le reti di Borg e Peroni si oppongono ad altre quattro marcature di Roma, trascinata dalle nazionali Chiappini e Picozzi e dalla canadese Fournier. Sul 10-5 la partita è virtualmente conclusa, anche se le gialloblù continuano comunque a cercare la via della rete. Peccato che ogni gol della Css corrisponda a due segnature della Sis, quindi il secondo gol di Carotenuto e le esultanze di Braga e Bartolini non riavvicinano una Roma ormai con le mani saldamente sui tre punti.