Italia nella morsa del freddo fiocchi anche a Venezia

VERONA – Neve sopra i mille metri, pioggia e raffiche di vento capaci di abbattere tralicci gelano l’inizio di primavera. L’Italia non sfugge al maltempo che si è abbattuto sull’Europa dove il marzo che si sta per concludere è considerato il più freddo degli ultimi 50 anni.

Questa mattina fiocchi deboli hanno imbiancato le strade di Verona e provincia e pur lasciando presto spazio alla pioggia, per qualche ore il 26 marzo sembrava una tipica giornata di fine dicembre. Che dire poi della Lessinia. Lì, in montagna, sembra quasi che l’inverno non voglia farsi da parte e, stando alle previsioni, qualche fiocco dovrebbe cadere ancora nel corso della settimana.

Ma la neve ha fatto la sua comparsa un pò in tutto il Veneto. A Venezia stamane è caduta con una certa insistenza, anche se non attaccando al suolo. Per stasera, invece, è previsto il ritorno dell’acqua alta nelle parti più basse della città in corrispondenza di una punta massima di marea prevista di un metro sul medio mare poco prima delle 22.

La polizia stradale del Veneto non segnala problemi legati al maltempo.

La redazione