Istruttore di equitazione a processo per violenza sessuale su allievo

Ha negato ogni accusa l’istruttore di equitazione veronese che ieri è stato rinviato a giudizio per violenza sessuale nei confronti di un allievo minorenne. I fatti risalirebbero a diversi anni fa. A denunciare l’uomo, il padre del giovane che aveva letto alcuni messaggi sul cellulare del figlio.

E’ stato rinviato a giudizio ieri l’istruttore di equitazione che, stando all’accusa, avrebbe violentato un allievo. Gli episodi risalgono al periodo che va dal giugno 2011 al maggio 2015, quando la vittima, ancora minorenne, sarebbe stata coinvolta dall’uomo in una vera e propria relazione sentimentale e costretto a subire atti sessuali.

A denunciare la situazione era stato il padre del ragazzo che aveva letto alcuni messaggi che il ragazzo e l’istruttore si scambiavano con il cellulare.

Ieri l’imputato ha negato l’accusa in aula e sostenendo, invece, che tra lui e il giovane esisteva solo un’amicizia molto stretta.