Iniziate le giornate del G7: programma e modifiche alla viabilità

Domani, 14 marzo a Verona, al Palazzo della Gran Guardia, si terrà il primo appuntamento del vertice G7 a presidenza italiana, ma già da oggi si terranno le prime riunioni del “B7”, con i rappresentanti delle associazioni di imprenditori.

G7 a Verona palazzo Gran Guardia
Auto della Polizia di Stato davanti al Palazzo della Gran Guardia
New call-to-action

Prende il via oggi, con il B7 nella sede scaligera di Confindustria, la tre giorni di eventi che coinvolgerà Verona e Trento dedicata al mondo dell’industria, della tecnologia e del digitale.

«La digitalizzazione è fondamentale per tutti i settori industriali, sia nel privato sia nel pubblico: come B7  ci impegneremo per promuovere le competenze digitali oltre i confini delle imprese e raggiungere anche  le pubbliche amministrazioni, in modo da rafforzare la sicurezza dell’accesso ai dati e fornire alle stesse  imprese e ai cittadini servizi più efficienti e più sicuri», sottolinea Emma MarcegagliaB7 Chair. «Siamo  consapevoli dei rischi associati all’AI e il G7 si è impegnato a sviluppare codici etici armonizzati. È un  passaggio decisivo: il B7 è pronto ad elaborare raccomandazioni di policy per consentire alle applicazioni  dell’AI di dispiegare tutto il loro potenziale positivo, rendendo l’industria dei nostri Paesi sempre più forte  e competitiva». 

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il G7 a Verona

Il primo giorno dell’incontro ministeriale G7, il 14 marzo a Verona, sarà presieduto dal Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso.

Negli ultimi anni si è assistito a una profonda accelerazione nell’integrazione delle nuove tecnologie nel mondo produttivo. Nel contesto G7, la trasformazione in atto ha comportato la necessità di affiancare alla prospettiva dei Ministri del Digitale e delle Tecnologie, quella dei Ministri dell’Industria. La Presidenza italiana intende assicurare che lo sviluppo e l’adozione di tecnologie di nuova generazione sia funzionale ad un concreto incremento della produttività e della competitività dei nostri sistemi industriali. Al contempo, ci impegniamo a fare in modo che l’adozione delle nuove tecnologie a livello globale risponda a criteri di democraticità e eticità nonché di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Il G7 a Trento

Il secondo giorno dell’incontro ministeriale G7, il 15 marzo a Trento, sarà presieduto dal Sottosegretario di Stato per l’Innovazione Tecnologica, il Senatore Alessio Butti. La Presidenza Italiana, sotto la guida del Dipartimento per la trasformazione digitale, intende promuovere lo sviluppo e l’uso sicuro e affidabile dei sistemi di intelligenza artificiale (IA), con un focus particolare dell’utilizzo della IA sul settore pubblico. La Presidenza si propone inoltre di sviluppare un Compendio incentrato sulla fornitura e sull’accesso a servizi pubblici digitali efficienti, inclusivi e sicuri, in linea con i valori condivisi del G7.

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco

Informazioni sulla viabilità a Verona

Imponente il piano di sicurezza previsto a Verona, con più zone concentriche e diversi livelli di restrizione alla mobilità. Il territorio comunale è stato suddiviso in tre aree (verde, gialla e blu – cioè area di massima sicurezza, area riservata e area di rispetto) secondo un sistema a cerchi concentrici: più ci si allontana dall’area principale, meno forti sono le misure di sicurezza che verranno adottate.

L’area principale che sarà interdetta al traffico è quella di corso Porta Nuova nella parte finale da via dei Mutilati verso i Portoni, tutta l’area di piazza Bra, via degli Alpini; saranno possibili chiusure momentanee anche di piazza Cittadella e di altre aree limitrofe tipo via Pallone da ponte Aleardi e stradone San Fermo da Ponte Navi che saranno comunicate dalla Polizia Locale tramite social e mass media.

mappa sicurezza verona g7

Scopri tutte le modifiche alla viabilità

Previste alcune manifestazioni in città

Sono già state annunciate alcune manifestazioni di protesta. In particolare Forza Nuova e Verona per la libertà annunciano un presidio di protesta per giovedì alle 17 in piazza Pradaval. Nel primo pomeriggio, invece, alle 14 sempre di giovedì in piazza Cittadella ci sarà una manifestazione contro il riarmo e la politica di aggressione di Israele nei confronti della Palestina, promossa da varie realtà della sinistra e delle associazioni.

Sinistra Italiana Verona, per mezzo del suo segretario Luca Periniinvita a boicottare il grande evento internazionale: «Organismo delle grandi potenze».

La CGIL nazionale e la CGIL Veneto lanciano un allarme sullo stato attuale dell’industria italiana e organizzano l’evento “Nelle due grandi transizioni per lo sviluppo e la buona occupazione” il 13 marzo a Verona, nell’auditorium Verdi in fiera, dalle 9.30 alle 12.30. L’iniziativa mira a rilanciare il dibattito sulle politiche industriali in Italia, considerate dal sindacato «assenti o inefficaci per oltre trent’anni e ora ritenute ancora più cruciali di fronte alle sfide poste dalla transizione energetica e digitale».

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo