Incubo a San Bonifacio: prigioniera per otto giorni

Una donna, arrivata in un casolare abbandonato per consumare cocaina, è stata tenuta prigioniera per otto giorni da un 52enne.

carabinieri san bonifacio

Per otto giorni a cavallo fra fine luglio e inizio agosto è rimasta prigioniera del suo aguzzino. La donna, di origini romene, da qualche tempo abitava a Maranello, in provincia di Modena, è stata trattenuta, legata e picchiata, fino a venerdì scorso in un casolare abbandonato di San Bonifacio, in via Nogarole.

«Ti ammazzo se cerchi di andare via, adesso sono io la tua famiglia» sarebbero state le parole dell’uomo, un 52enne marocchino, riportate dal Corriere di Verona.

LEGGI ANCHE: Il comandante Altamura: «Borgo Roma non è il Bronx»

Secondo la ricostruzione degli eventi, l’incubo è iniziato venerdì 29 luglio, quando la donna, insieme a un’amica, era arrivata a San Bonifacio per acquistare e consumare cocaina. Erano presenti anche altre persone, ma non tutte avrebbero consumato la droga.

«L’ho pagata 70 euro, poi mi sono addormentata. Quando l’indomani mi sono svegliata, la mia amica e le altre persone non c’erano più, mentre io ero chiusa lì dentro, senza finestre, senza vestiti, senza telefono, c’erano catene alle porte» sono le parole della donna, riportate sempre dal Corriere.

LEGGI LE ULTIME NEWS

La vittima conosceva il carceriere, pare, ma non in modo approfondito. Per otto giorni l’ha tenuta prigioniera, provando anche a costringerla ad avere rapporti sessuali, che la donna ha sempre respinto.

Venerdì scorso, intorno alle 13, la donna è riuscita a fuggire dal casolare, un ex pollaio, e a dare l’allarme fermando un ragazzo che passava in bicicletta. Subito la chiamata al 112 e l’intervento dei Carabinieri, che hanno inseguito e in breve tempo fermato l’aggressore.

LEGGI ANCHE: Tentato omicidio di Valdonega, il 43enne resta in carcere

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv