Incidente in 434, individuato il conducente del tir

Oltre che per l'indagine relativa allo scontro avvenuto in transpolesana, la polizia locale è stata impegnata per un altro incidente avvenuto in via Giardino Giusti tra un'auto e uno scooter.

sciopero polizia locale legnago di verona
Foto d'archivio.

È stato individuato il conducente del camion coinvolto nel sinistro stradale avvenuto lunedì sera poco dopo le 19 in strada statale 434-transpolesana, nella zona di innesto con la tangenziale sud, nel territorio comunale di Verona. Dopo aver urtato una Bmw X1 che era finita in testacoda, il conducente dell’auto articolato aveva proseguito la sua corsa senza prestare soccorso.

Si tratta di un autista mantovano di 53 anni, dipendente di una ditta di autotrasporti veronese, al quale gli agenti hanno contestato i reati di omissione di soccorso e fuga, ritirando la patente di guida.

Un’indagine-lampo, quella degli investigatori del Nucleo Infortunistica Stradale, che in soli due giorni ha permesso di individuare il fuggitivo.

Cruciale il ruolo della videosorveglianza e la collaborazione della Polizia Locale di San Giovanni Lupatoto. Le immagini riprese dagli impianti installati in Transpolesana hanno infatti permesso di individuare la targa del veicolo e la ditta proprietaria, veronese appunto, permettendo agli agenti dell’Infortunistica di visionare già ieri il veicolo e riscontrare i danni, compatibili con il sinistro.

Dopo l’incidente, gli occupanti della Bmw si erano recati al pronto soccorso per le ferite riportate. Per tutti e tre i passeggeri, due coniugi di 44 anni e la figlia di 15, la prognosi è stata di dieci giorni.

Nella notte di lunedì, invece, poco dopo le 4, la Polizia Locale è intervenuta per i rilievi del sinistro stradale accaduto all’intersezione di via Giardino Giusti con via Carducci. Da primi accertamenti è emerso che un motociclo Piaggio Liberty stava percorrendo via Giardino Giusti in direzione di via Muro Padri, pertanto in senso contrario a quello consentito, quando è entrato in collisione con una Fiat Cinquecento che proveniva da via Carducci ed era diretta verso via Volta.

Entrambi i conducenti sono stati sottoposti ad alcoltest: mentre l’automobilista, 22enne veronese, risultava negativo, il motociclista, anch’egli 22 anni, risultava positivo con valori di alcolemia superiori a 1,5 grammi di alcol per litro di sangue. Il ragazzo, al quale gli agenti hanno ritirato la patente, è stato segnalato all’autorità giudiziaria per il reato di guida in stato di ebbrezza.