Inchiesta stadio a Roma. Di Maio: “La giunta deve andare avanti”

“Non vedo un caso Roma. La giunta deve andare avanti”. Così il vicepremier Luigi Di Maio rispondendo ad un’intervista nel programma tv Agorà sulla vicenda dell’arresto di Marcello De Vito, presidente dell’assemblea capitolina, e dell’assessore romano Daniele Frongia, entrambi accusati di corruzione.

“La giunta Raggi deve andare avanti”: il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio risponde così nel corso di un’intervista ad Agorà a una domanda sulle vicende giudiziarie di esponenti del Movimento 5 stelle a Roma. “Frongia ci ha avvertito appena lo ha saputo – ha detto – gli avvocati ci dicono che si va verso l’archiviazione. Sono contento si sia sospeso sia dalla carica di assessore, sia dal Movimento 5 stelle”.

Sul presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito arrestato nei giorni scorsi Di Maio ha ricordato che “è stato cancellato per sempre dal Movimento”. “Dalle intercettazioni – ha spiegato – ci sono evidenze. È stato un caso di corruzione in dieci anni. Lo abbiamo messo fuori dal Movimento e possiamo andare a testa alta e continuare a gridare onestà nelle piazze”. “Non vedo il caso Roma – ha detto – vedo il caso De Vito che non sta più nel movimento trenta secondi dopo che l’abbiamo saputo. La giunta deve andare avanti, ha una missione difficilissima: mettere a posto la città di Roma”. (Ansa)