Incendio di Marghera, Arpav esclude presenze rilevanti di inquinanti

Incendio 3VSigma di Porto Marghera. Escluse presenze rilevanti di inquinanti nell'acqua della laguna e negli alimenti. Arpav ha trasmesso i risultati a Ulss e Comune.

incendio marghera

L’Arpav, Agenzia per la Prevenzione e Protezione ambientale del Veneto, ha inviato al Comune di Venezia e all’Azienda Ulss locale l’aggiornamento dei risultati delle analisi effettuate nei propri laboratori su acqua, aria e alimenti.

Arpav, con il supporto della Guardia Costiera, domenica 17 e lunedì 18 maggio ha effettuato due campagne di controlli e prelievi nei canali e in laguna. Ciò si è reso necessario in seguito all’ingente quantitativo di acque di spegnimento prodotte durante l’emergenza presso lo stabilimento 3VSigma e tracimate nel Canale Lusore-Brentella per superamento della capacità di stoccaggio.

Nei canali Lusore-Brentella e darsena Rana permane la presenza di inquinanti. In alcuni punti all’interno dei canali industriali sono stati rilevati parametri traccianti delle acque di spegnimento superiori al limite di quantificazione, ma comunque presenti in tracce a chiara indicazione di riduzione rispetto alle prime misure.

Nei campioni di domenica 17 sono stati ricercati anche i composti pfas che possono essere presenti nelle acque di spegnimento e che in tutti i punti di campionamento non hanno riscontrato valori superiori ai limiti di quantificazione.

Nelle acque della laguna invece non sono state riscontrate presenze rilevanti di inquinanti. Nei pressi dei banchi di molluschi, tra San Leonardo e Malamocco, non è stata riscontrata la presenza di inquinanti.