In Veneto si lavora al nuovo piano sanitario

Ospedali riaperti durante l'emergenza, come quelli di Bussolengo, Zevio e Isola della Scala, con un totale di oltre 700 nuovi posti in tutto il Veneto, resteranno per il momento allestiti.

Luca Zaia piano sanitario Veneto

Nuovo piano sanitario

È in fase di redazione il nuovo piano sanitario regionale. Ospedali riaperti come quelli di Bussolengo, Zevio e Isola della Scala, con un totale di oltre 700 nuovi posti in tutto il Veneto, resteranno per il momento allestiti “sotto chiave”. «In autunno, se dovesse ripartire il contagio, devono essere pronti ad accogliere pazienti. Per quanto riguarda le forniture, ora abbiamo scorte per sei mesi». Queste le anticipazioni di Zaia, che in caso di nuova ondata di contagi ha promesso «artiglieria pesante».

Questione frontiere

«Mi auguro che ci sia equità nelle aperture delle frontiere» ha ribadito oggi il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, dopo le dure critiche alle iniziative della Grecia. «Mi sembra assurdo questo bando nei confronti del Veneto».

«Il Veneto non chiude a nessuno» ha ribadito il Governatore.

Il bilancio decessi

Il bilancio dei decessi legati al Covid-19 in Veneto è arrivato a 1918, uno in più del disastro del Vajont. «Sono morti veri. Lo sottolineo per i complottisti che minimizzano dicendo che sarebbero morti lo stesso per altri motivi. È una mancanza di rispetto per quei morti» ha detto Zaia. 385 sono le persone ricoverate in area non critica in Veneto, 29 quelle in terapia intensiva.

Trasporti

Dalla prossima settimana saranno istituiti nuovi treni regionali, tre al giorno sulla Verona-Venezia, due sulla Castelfranco-Venezia e dieci bus.